Home Ricette Secondi piatti Patate dolci ripiene: ricetta fit

Patate dolci ripiene: ricetta fit

Scopri come preparare le patate dolci ripiene fit, una ricetta gustosa, perfetta per saziarti senza appesantirti.

di Raffaella Caucci

Le patate dolci ripiene fit sono un piatto unico gustoso che dà soddisfazione e si prepara facilmente in forno. Le patate dolci sono un alimento prezioso per la nostra salute: il loro apporto di antiossidanti, vitamine, minerali e fibre aiuta a proteggere cuore e arterie. Inoltre, si tratta di un alimento privo di grassi saturi e colesterolo. Nella loro buccia ci sono molte sostanze, come il cajapo, un utilissimo alleato nella lotta contro diabete e colesterolo elevato. In questa ricetta, le trovate farcite con formaggio fresco spalmabile fit arricchito con cipollotti e piselli. Un piatto completo, fresco e goloso, dall’elevato potere saziante.

Ingredienti per 4 persone

  • 80
  • 150 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Patate dolci ripiene

  1. Lavate con cura le patate dolci, strofinatele e rimuovete eventuali zone coriacee e annerite.

  2. Con un coltello da cucina ben affilato tagliatele a metà nel senso della lunghezza, apritele a libro e poi chiudetele in un cartoccio di alluminio. Cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa 45 minuti, fin quando non saranno morbide.

  3. Mentre le patate sono in forno,  affettate il cipollotto e fatelo dorare in padella con l’olio. Quindi aggiungete i piselli insieme a ½ bicchiere d’acqua e fate cuocere una decina di minuti. Poi unite i piselli e il formaggio spalmabile proteico.

  4. Togliete le patate dal forno, aprite i cartocci, salate leggermente e pepate. Farcitele con il composto di formaggio e piselli, completate con un po’ di cipollotto fresco affettato e servite.

Qual è la storia delle patate dolci?

La patata dolce (Ipomoea batatas L.) è originaria delle zone pianeggianti dei Caraibi. Introdotta in Spagna quasi subito dopo i primi viaggi alla scoperta del Nuovo Mondo, il re Enrico VIII, genero del re Ferdinando e della regina Isabella di Spagna, ne era un grande estimatore dato che si pensava avesse qualità afrodisiache. Le radici veneree divennero, poi, molto popolari nei banchetti inglesi nel XVI secolo.

Come si conservano le patate dolci ripiene?

Si conservano in frigorifero per 3 giorni al massimo. Meglio ancora se conservate senza la farcitura che può essere aggiunta all’ultimo, prima di consumarle.

Variante Patate dolci ripiene

Se le patate dolci vi piacciono ma amate anche quelle più comuni, ecco qualche ricetta da provare: