Pere sciroppate: come fare

Le pere sciroppate sono una conserva da realizzare durante la stagione fredda, permette di gustare le pere tutto l’anno: ecco la ricetta di Agrodolce.

di Nadia Pellegrino

Le pere sciroppate sono una conserva da realizzare durante la stagione fredda che permette di gustare tutto l’anno il sapore dolce delle pere. Questo frutto è ottimo da mangiare da solo, ma si presta altrettanto bene ad essere utilizzato in preparazioni dolci: come quelle con cioccolato o le più tradizionali al vino. I chiodi di garofano e l’anice stellato conferiscono una maggiore aromaticità allo sciroppo che, oltre a garantire la conservazione delle pere fino al momento dell’utilizzo può essere utilizzato come bagna per torte da forno. È possibile realizzare le pere sciroppate con molte varietà di pere, per questa ricetta utilizzate pere abate di piccole dimensioni o pere decane. Sciroppare la frutta è davvero semplice, si adattano a questa preparazione anche frutti estivi come le pesche, occorre utilizzare però barattoli sterilizzati e tappi nuovi. Ecco la procedura per le pere sciroppate fatte in casa.

Ingredienti per 8 persone

  • 80
  • 120 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Pere sciroppate

  1. Lavatele le pere e sbucciatele. Se preferite potete togliere il torsolo e tagliarle a grossi pezzi. In una pentola capiente fate bollire l'acqua, aggiungete lo zucchero e il succo di limone filtrato. Quando l'acqua bolle aggiungete le pere e lasciate cuocere per circa 10 minuti. Scolatele le pere lasciando lo sciroppo nella pentola. Trasferitele le pere in uno o più vasetti sterilizzati disponendole ordinatamente. Aggiungete i chiodi di garofano e l'anice stellato allo sciroppo e riportate a bollore per alcuni minuti, finché il liquido non è ridotto della metà. Fate intiepidire lo sciroppo così ottenuto e versatelo sulle pere, riempiendo i vasetti fino a due centimetri dal bordo. Chiudete ermeticamente i barattoli.

  2. Procedete alla sterilizzazione dei barattoli nel seguente modo. Avvolgete i barattoli con un paio di canovacci. Prendete una pentola, mettete un canovaccio sul fondo e sistemate all'interno i barattoli. Copriteli con acqua fino a coprirli completamente. Portate lentamente a bollore e lasciate cuocere per 30 minuti dalla comparsa delle prime bolle. Lasciate i barattoli nell’acqua fino al loro completo raffreddamento. Estraeteli dalla pentola e togliete i canovacci che li avvolgono.

  3. Riponete i barattoli in un luogo fresco, buio e asciutto per la conservazione.

Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it