Piadina sfogliata

9 Luglio 2020

Ingredienti per 4 persone

Le piadine sfogliate sono una versione della tipica preparazione romagnola preparata con un impasto a base di strutto (o olio) e cotta in padella. Queste piadine sono molto friabili, fragranti e saporite, perfette ad accogliere salumi, formaggi e verdure. La sfogliatura richiede solo tempi più lunghi di riposo perché, una volta stese le palline di impasto, vengono arrotolate come una chiocciolina e messe in frigo per un’ora. Questa versione delle piadine sfogliate prevede l’aggiunta di un uovo all’impasto, il che rende a metà strada fra la piadina classica e la tradizionale crescia romagnola.

Preparazione Piadine sfogliate

  1. Sul piano di lavoro o nella planetaria, versate la farina e al centro l’uovo, metà dello strutto.
  2. Unite anche l’acqua, il latte e il sale.
  3. Impastate per pochi minuti fino a ottenere una palla omogenea ed elastica.
  4. Dividete l’impasto in 8 pezzetti uguali e, lavorando sempre sul piano leggermente infarinato, formate delle palline. Fate riposare per 30 minuti coperte da un canovaccio.
  5. Stendete le palline dando un diametro di almeno 30 cm, spennellate la superficie con lo strutto.
  6. Arrotolate delicatamente e poi avvolgete il rotolino su sé stesso per formare delle lumachine.
  7. Adagiate le lumachine su un vassoio rivestito di carta da forno, coprite con pellicola e fate riposare in frigo per un’ora.
  8. Stendete nuovamente le lumachine e cuocete le sfoglie ottenute su una piastra liscia ben calda.
  9. Quando si formeranno delle grandi bolle potrete girare la piadina e cuocerla anche dall’altro lato.
I Video di Agrodolce: Cheesecake al pistacchio