Home Ricette Primi piatti Pizzoccheri alla valtellinese: variante con il bimby

Pizzoccheri alla valtellinese: variante con il bimby

I pizzoccheri alla valtellinese è un piatto della tradizione lombarda, ideale e amato nei mesi più freddi: ecco come prepararli con il bimby.

di community di Agrodolce

Ingredienti per 6 persone

  • 120
  • 695 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Pizzoccheri alla valtellinese con il bimby

  1. Per preparare i pizzoccheri inserite nel boccale del bimby 400 g di farina di grano saraceno, 100 g di farina 00, 10 g di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale, 250 g di acqua e impastate 3 minuti Vel Spiga.

  2. Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparate per alimenti e lasciate riposare per 30 minuti. Su un piano infarinato, stendete l'impasto a uno spessore di 2 mm e tagliate delle strisce da 6 x 1 cm.

  3. Adagiate i pizzoccheri in un vassoio infarinato, cospargete con la farina e lasciate riposare per un'ora.

  4. Per il condimento inserite nel boccale 100 g di burro a pezzi, 4 foglie di salvia, 1 spicchio di aglio e rosolate 5 minuti 100°C Vel 1, togliete l'aglio e mettete da parte.

  5. Riempite il boccale con acqua fino a coprire le lame e aggiungete il sale. Mettete le patate tagliate a cubetti nel cestello e mettetelo dentro il boccale e chiudete il coperchio.

  6. Dividete in due le foglie di 250 g di bietole, staccando i gambi dalle foglie. Tagliate a strisce di 1 cm e mettete nel recipiente del Varoma.

  7. Ponete il Varoma sopra il coperchio e cuocete 20 minuti Temp Varoma Vel 1. Mettete patate e bietole in un recipiente.

  8. Cuocete i pizzoccheri in acqua salata. Con un mestolo forato metteteli nel recipiente con patate e bietole.

  9. Unite il condimento e mescolate. Mettete in una pirofila imburrata e cospargete con formaggio a pezzi e grana. Cuocete in forno già caldo a 180°C per 10 minuti.

Servite.

Variante Pizzoccheri alla valtellinese con il bimby

Potete sostituire le bietole con la verza tagliata a strisce e il bitto con un altro formaggio semi-stagionato, ad esempio fontina o provola