Pollo alla marengo, il preferito di Napoleone

14 Ottobre 2015

Ingredienti per 4 persone

Il pollo alla marengo è un ricco piatto tipico della cucina piemontese. Questa ricetta ebbe origine il 14 giugno del 1800 a Spinetta Marengo frazione di Alessandria. In questa giornata si tenne la battaglia tra le truppe austriache e quelle francesi comandate da Napoleone. Dopo la vittoria di questi ultimi, il cuoco delle truppe francesi Dunand, cucinò un piatto con gli ingredienti reperiti in loco dai contadini della zona. Nacque così il pollo alla marengo che Napoleone apprezzò al punto tale che divenne il piatto da consumare dopo ogni vittoria. Questa ricetta è molto ricca e nutriente, prevede una varietà tale di alimenti per cui può essere considerata più come un piatto unico piuttosto che come un secondo. Pare che la ricetta in origine non prevedesse i funghi, potete scegliere se usarli o meno, potete sostituire gli champignon con porcini freschi o secchi dopo averli ammollati. I gamberi di fiume di non facile reperibilità, possono essere sostituiti da scampi o gamberoni come nella ricetta che vi proponiamo. Per facilitare e velocizzare la ricetta fate tagliare il pollo in pezzi dal vostro macellaio di fiducia.

Preparazione Pollo alla marengo

  1. Tagliate il pollo in pezzi e infarinatelo su tutti i lati.
  2. In una padella mettete a scaldare dell'olio extravergine d'oliva, fate rosolare due spicchi d'aglio interi. Aggiungete il pollo e rosolatelo a fiamma viva.
  3. Sfumate con 100 ml di vino bianco e fate evaporare.
  4. Praticate un taglio a croce sui pomodori e fateli sbollentare due minuti in acqua bollente.
  5. Scolateli e immergeteli in acqua fredda. Eliminate la pelle, tagliateli a metà ed eliminate i semi.
  6. Tagliate la polpa a dadini e aggiungeteli al pollo. Mescolate bene, regolate di sale e cuocete 20 minuti girando il pollo a metà cottura.
  7. Pulite i funghi e tagliateli a pezzi, aggiungeteli al pollo e cuocete altri 20 minuti.
  8. Nel frattempo fate bollire il restante vino e cuocete 5 minuti i gamberi nel vino. Scolateli ed aggiungeteli al pollo, mescolate e terminate la cottura per 5 minuti.
  9. Lavate il prezzemolo, eliminate i gambi, tritatelo finemente ed unitelo al pollo.
  10. In una padella fate scaldare due cucchiai di olio e rompetevi un uovo, fatelo soffriggere qualche minuto, salatelo, cuocete in questo modo tutte le uova.
  11. Nella stessa padella rosolate anche le fette di pane su entrambi i lati. Nei piatti di portata disponete il pollo con i gamberi ed un crostino di pane sul quale avrete adagiato un uovo fritto.
Servite subito.
I Video di Agrodolce: Cupcake delle feste