Home Ricette Secondi piatti Polpo rosticciato con asparagina e patate

Polpo rosticciato con asparagina e patate

Come ammorbidire il polpo? Mettetelo su un tagliere, copritelo con un canovaccio e battetelo partendo dalla testa e lungo i tentacoli, senza fermarvi.

di Gianfranco Pascucci

Ingredienti per 4 persona

  • 60
  • 340 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Polpo rosticciato con asparagina e patate

  1. Versate due cucchiai di olio extravergine di oliva in una pentola di ghisa, unite l’aglio e fate riscaldare a fiamma alta. Così l’olio si aromatizzerà.

  2. Aggiungete il polpo, distendendolo su tutta la superficie della pentola. Coprite, abbassate leggermente la fiamma e cuocete per 10 minuti.

  3. Trascorso questo tempo, alzate il coperchio, versate mezzo bicchiere di vino bianco e fate sfumare la componente alcolica per circa tre minuti.

  4. Nel frattempo, tagliate i pomodori in quattro spicchi e aggiungeteli nella pentola con il polpo, assieme ai gambi di prezzemolo e a qualche grano di coriandolo.

  5. Stufate per circa 10 minuti e versate il brodo vegetale tiepido, fino a coprire appena i tentacoli. Chiudete di nuovo con il coperchio e cuocete a fiamma bassa per 30 minuti.

  6. Schiacciate le patate su una teglia ricoperta di carta da forno. Aggiungete l’asparagina lessata, i pistacchi, un filo d’olio e un pizzico di sale. Infornate a 200°C per 10 minuti.

  7. Togliete il polpo dalla pentola, versate il succo di mezzo limone spremuto e riducete il brodo di cottura fino a ottenere una salsina.

  8. Tagliatee i tentacoli e arrostiteli su una bistecchiera o su una griglia antiaderente, rigirandoli spesso, così da cuocerli su ogni lato.

Impiattate creando una base con le patate schiacciate, sopra la quale andrete a sistemare il polpo condito con la salsa ristretta.