Rosmarini al ragù di pollo in bianco

2 Dicembre 2019

Ingredienti

I rosmarini al ragù di pollo in bianco sono un piatto sostanzioso e gustoso. I rosmarini sono un formato di pasta corta normalmente utilizzato per le minestre, ma che può accompagnare anche sughi rustici. In realtà la pasta corta si presta molto bene ad essere cucinata come fosse un risotto, con una tostatura in una parte grassa e la cottura fatta poi per assorbimento. In questo caso l’aggiunta della carne trita di pollo, dell’acidità degli agrumi e del rosmarino trasformano il piatto semplice e completo in un pasto che dà molto gusto al palato. La carne di pollo come quella di tacchino non deve essere frullata per avere la carne trita: se non avete un tritacarne che resta la scelta migliore in assoluto, dovrete tritare con il coltello per avere una soluzione ottimale. Scegliete di utilizzare il petto per un ragù di pollo dal sapore delicato, o la coscia per un risultato più casalingo. Se non amate la pasta corta potete utilizzare pappardelle o tagliatelle o se preferite anche una pasta secca che ben si sposi con il sugo di pollo.

Preparazione Rosmarini al ragù di pollo in bianco

  1. Tritate il pollo al coltello o con un tritacarne e lasciatelo rosolare.
  2. In una padella scaldate l’olio con l’aglio, il rosmarino e la buccia di limone. Unite il pollo e aggiungete il succo di limone.
  3.  Quando sarà colorito, unite la pasta e lasciatela tostare come fosse un risotto. Sfumate con il succo di arancia.
  4. Unite poco alla volta il brodo per portarla a cottura. Quando sarà pronta, mantecatela con una noce di burro.

Servite caldo.