Ravioli di pesce avanzato: non si butta nulla

28 Dicembre 2020

Ingredienti per 4 persone

I ravioli ripieni di pesce avanzato sono un ottimo modo per dare nuova vita a materie prime di ottima qualità. I ravioli sono scrigni di pasta che hanno infinite possibilità di ripieno e di condimento. Realizzarli per riutilizzare delle rimanenze, è un modo per non buttare ciò che avanza dalle tavole delle feste. Questa versione è realizzata con avanzi di salmone arrosto ma, i ravioli si possono realizzare anche con del salmone affumicato o avanzi di altri tipi di pesce. Il risultato è delicato per via della presenza della ricotta che, si può ridurre o sostituire con una patata lessa. Il condimento esalta il ripieno e rinfresca la bocca ma si può utilizzare anche del semplice pomodoro o un sugo più elaborato con altro pesce o molluschi o quanto la fantasia possa suggerire.

Preparazione Ravioli di pesce avanzato

  1. Su un piano da lavoro, mettete la farina a fontana e rompete all’interno le uova. Con una forchetta iniziate a mescolare cercando di incorporare la farina. Appena l’impasto risulta lavorabile con le mani, impastate fino a ottenere un impasto liscio e morbido. Copritelo con della pellicola e fatelo riposare mentre preparate il ripieno.
  2. Mescolate la ricotta, sgocciolata dal siero, con gli avanzi di salmone sbriciolati, le foglioline di timo e l’uovo. Regolate di sale e pepe.
  3. Tirate la sfoglia e sistemate il ripieno in piccoli mucchietti, poi, richiudete a formare i ravioli, avendo cura di eliminare l’aria all’interno per evitare che si aprano in cottura.
  4. Tagliate i ravioli con una rotella taglia pasta. Cuocete i ravioli in acqua salata e condite con del burro sciolto in una padella, del sale e la scorza del limone. Mantecate i ravioli e servite.