Home Ricette Pasta Reginelle robiola e zafferano: il primo cremoso

Reginelle robiola e zafferano: il primo cremoso

Le reginelle con robiola e zafferano sono un primo piatto cremoso. Il loro pregio? Sono gustose e facili da preparare

di Raffaella Caucci

Le reginelle robiola e zafferano sono un primo rapido, con un condimento espresso da realizzare senza cottura. Variante insolita e originale della classica pasta con la robiola, si tratta di un piatto cremoso dal colore giallo vivace, arricchito di foglie di salvia e straccetti di pancetta coppata per un risultato irresistibile, perfetto da realizzare per una cena golosa davvero in poco tempo. Lo zafferano donerà alle reginelle un colore invitante e i sapori degli altri ingredienti saranno amalgamati alla perfezione dal formaggio spalmabile, con il quale il nostro primo piatto verrà mantecato.

Ingredienti per 4 persone

  • Preparazione 20 min
  • Calorie 395 cal x 100g
  • Difficoltà bassa

Preparazione Reginelle robiola e zafferano

  1. Mentre la pasta cuoce in acqua bollente e salata, raccogliete lo zafferano in una ciotolina e scioglietelo insieme a un mestolino di acqua di cottura. Mettete la robiola in una ciotola insieme al grana, un filo di olio e amalgamate con una forchetta. Incorporate anche lo zafferano e mescolate. Poi aggiungete qualche foglia di salvia.

  2. Scolate la pasta al dente e aggiungetela nella ciotola insieme a qualche cucchiaio di acqua di cottura, quindi mantecate, aggiungendo anche la pancetta ridotta a straccetti con le dita. Servite il piatto fumante.

Servite le reginelle robiola e zafferano ben calde e accompagnatele con un bicchiere di vino rosso.

Le reginelle: storia

Le reginelle sono un formato di pasta di origine napoletana. In principio, questa pasta lunga era conosciuta con il nome di fettuccella ricca; fu, poi, direttamente il popolo partenopeo l’artefice del nuovo appellativo:  dedicò, infatti, il formato di pasta alla principessa Mafalda di Savoia, in onore della quale le Fettuccelle vennero ribattezzate Reginelle o Mafaldine.