Home Ricette Primi piatti Risotto alle erbe di stagione

Risotto alle erbe di stagione

Chi dice risotto alle erbe dice primavera: ecco un primo vegetariano a base di prodotti di stagione pronto a fare la differenza in tavola.

di Roberta Favazzo

Il risotto alle erbe rientra nella categoria delle ricette primaverili da realizzare con le erbette che crescono rigogliose, e spesso spontanee, durante tale stagione. Leggero e saporito, il risotto alle erbe si conferma un primo piatto vegetariano dalle diverse potenzialità: si può rendere più o meno cremoso o si può arricchire con l’aggiunta di parecchi ingredienti volti a trasformarlo, di volta in volta, in una portata sempre diversa.

Quali sono le erbe primaverili

Il tarassaco, il bruscandolo, l’ortica, il crescione, l’acetosa, lo spinacio selvatico e la borraggine sono alcune delle erbe amare che crescono più o meno spontaneamente in questo periodo dell’anno. Esse sono protagoniste di molti piatti della cucina regionale: hanno la capacità di conferire una nota piacevolmente amarognola al ripieno della pasta fresca all’uovo o alle torte salate protagoniste assolute della bella stagione.

Ingredienti per 4 persone

  • 30
  • 320 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Risotto alle erbe

  1. Pulite bene le erbe, tagliuzzatele e fatele lessare rapidamente in acqua bollente per un paio di minuti.

  2. Affettate a rondelle i cipollotti e fateli rosolare nell’olio. Aggiungete quindi le erbe spontanee e il riso, mescolando per farlo tostare.

  3. Versate il vino bianco, alzate la fiamma e fatelo evaporare, quindi iniziate a bagnare il riso con il brodo caldo aggiungendone un mestolo alla volta senza smettere di mescolare. Continuate per circa 15-17 minuti. A fine cottura, allontanate la pentola dal fuoco e aggiungete burro e parmigiano. Mantecate bene, regolate di sale e pepe.

Fate riposare il risotto alle erbe giusto 5 minuti, quindi servitelo ben caldo nei piatti da portata.

Come si conserva il risotto alle erbe

Così come la maggior parte dei risotti, anche questo si conserva in frigo, all’interno di un contenitore a chiusura ermetica, per 2-3 giorni al massimo. Prima di gustarlo, va fatto scaldare bene, per fare in modo che recuperi l’iniziale cremosità. Nulla vieta di utilizzarlo come base per delle crocchette o degli arancini di riso: basta creare delle palline, farcirle al centro con del formaggio fresco e impanarle prima di tuffarle in olio bollente.

Variante Risotto alle erbe

Il risotto alle erbe si può aromatizzare con lo zafferano o con il limone: potete sostituire il burro con del formaggio caprino. Se amate il risotto scegliete una delle nostre ricette: