Roastbeef all’inglese: la ricetta per la carne perfetta

29 Luglio 2021

Ingredienti per 8 persone

Il roastbeef all’inglese è il piatto tipico della cucina anglosassone che si serve, solitamente, con lo yorkshire pudding. Ormai il roastbeef è diventato un piatto internazionale che si prepara ovunque e si può realizzare in molti modi. L’importante è che la cottura della carne sia fatta a regola d’arte per non avere carne troppo cotta e stopposa. I tagli migliori per il roastbeef sono la lombata, la costata o il controfiletto e, importante, è una cottura rapida a alta temperatura per sigillare i succhi della carne all’interno. A seconda della cottura si potrà avere un roastbeef al sangue, a cottura media o cotto. Per un risultato ottimale è meglio controllare la cottura al cuore con un termometro, a 40 °C la carne sarà rossa al sangue, tra 48-55 °C sarà rosata, da 58 °C in poi sarà cotta. Si può utilizzare della senape in polvere con la quale cospargere il pezzo di carne e si può lasciare a marinare anche tutta la notte.

Preparazione Roastbeef all’inglese

  1. Massaggiate la carne con qualche goccia di salsa Worcester poi spalmatela con la senape mescolata a 20 ml d’olio, utilizzando un pennello da cucina.
  2. Scaldate il burro e l’olio rimanente poi fate rosolare la carne da tutti i lati in modo da sigillarla e trattenere tutti i succhi all’interno. Mettete il roastbeef in forno a 230 °C per 15-20 minuti.
  3. Avvolgete il roastbeef in un foglio di alluminio e lasciatelo riposare 5 minuti in modo che la carne possa rilassare le fibre e rilasciare i succhi. Tagliatela a fettine sottili e servitela con il sugo a parte.