Sarde in saor facili

21 Novembre 2020
di Anna Moroni

Ingredienti per 4 persone

Preparazione Sarde in saor

  1. Ammollate l’uvetta con un bagno abbondante di acqua calda. Nel frattempo pulite le sarde, staccate per prima la pinna dorsale: basta tirarla delicatamente. Rimuovete, in seguito, la testa e gli intestini. Per farlo, afferrate il corpo della sarda con la mano sinistra e la testa con la destra.
  2. Eliminate la testa tirandola con delicatezza verso l’addome del pesce. In questo modo, vengono rimossi anche gli intestini. Una volta che avete pulito per bene le sarde, asciugatele con carta da cucina, per eliminare tutte le tracce di sporco e di sangue.
  3. Affettate le cipolle a pezzi molto sottili e fatele stufare delicatamente con un poco d’olio extravergine d’oliva, su fiamma bassa: è importante che non prendano assolutamente colore. Una volta che si sono appassite, sfumatele con l’aceto e salate.
  4. In una padella mettete abbondante olio extravergine di oliva, di aroma poco fruttato, e ponete su fiamma media.  Mentre l’olio si scalda, infarinate le sarde e, una volta raggiunta la giusta temperatura, friggetele. Fatele dorare per bene e poi toglietele, lasciandole scolare su un foglio di carta da cucina.
  5. Scolate l’uvetta e buttate via l’acqua. Prendete una terrina da portata e alternate uno strato di pesce fritto con uno di cipolle e uvetta. Continuate fino a terminare con un ultimo strato di cipolle e uvetta.
  6. Chiudete per bene con il suo coperchio la terrina o, in alternativa, con della pellicola per alimenti e lascate riposare per almeno 24 ore in frigorifero.
I Video di Agrodolce: Fettuccine con rigaglie di pollo