Home Ricette Secondi piatti Secondi piatti di pesce Seppie con fave e carciofi

Seppie con fave e carciofi

Le seppie con carciofi sono un secondo piatto semplice ma decisamente sfizioso, arricchito dalle fave fresche: provate la ricetta di Agrodolce.

di Francesco Colangelo

Le seppie con carciofi sono un secondo piatto semplice ma decisamente sfizioso, che combina il gusto del mare con quello della terra. La pulizia delle seppie richiede molta attenzione: bisogna eliminare l’osso centrale e asportare gli occhi, il piccolo becco al centro dei tentacoli, la sacca gialla e quella nera; le seppie medie e grandi vanno anche private della pelle superficiale. Per questo motivo per facilitare la ricetta e ridurre i tempi di preparazione si consiglia di scegliere seppie già pulite, che vanno solamente lavate sotto acqua corrente. Prediligete molluschi freschi, così da poter apprezzare al meglio il loro sapore, e variate i tempi di cottura a seconda della loro grandezza. Al posto dei classici piselli, nella ricetta proposta le seppie sono accompagnate dai carciofi e dalle fave fresche: compratele ancora nel baccello e sgusciatele al momento. Per un piatto più ricco potete aggiungere alle seppie con carciofi una salsa leggera di pomodoro.

Ingredienti per 4 persone

  • 60
  • 250 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Seppie con carciofi

  1. Lavate le seppie sotto l'acqua corrente e scolatele. Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne, le punte e quasi tutto il gambo. In una ciotola capiente versate abbondante acqua e unite il succo di un limone. Tagliate i carciofi a spicchi sottili e lasciateli nell'acqua acidulata fino al momento dell'utilizzo. Aprite i baccelli per recuperare le fave, eliminate la buccia che ricopre il seme della fava, fatele bollire in acqua non salata per 3 minuti e scolatele.

  2. In un'ampia padella versate l'olio, fate rosolare uno spicchio d'aglio ed eliminatelo quando è dorato. Aggiungete i carciofi, 65 ml di brodo e lasciate cuocere per 20 minuti, mescolando di tanto in tanto. Unite le fave e proseguite la cottura per altri 5 minuti.

  3. In un tegame mettete l'olio, il rimanente aglio schiacciato e il restante brodo; unite le seppie e fatele scottare per circa 2 minuti. Aggiungete il vino e lasciate sfumare. Unite i carciofi e le fave alle seppie e regolate di sale. Mescolate il tutto e cuocete a fuoco dolce e a recipiente coperto fino a quando le seppie non saranno diventate tenere; se necessario aggiungete altro il brodo. Decorate a piacere con spicchi sottili di limone e servite.

Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it