Sformato di cavolfiore

La ricetta dello sformato di cavolfiori: un secondo di verdure ideale per vegetariani e celiaci; scoprite come cucinare questa bontà invernale.

Ingredienti per 4 persone

  • 45
  • 200 cal x 100g
  • bassa
di Silvia Censi

Lo sformato di cavolfiore è una secondo vegetariano ideale anche per una dieta celiaca. Delicato e adatto a ogni occasione, è una preparazione che si presta a moltissime interpretazioni che includono anche l’utilizzo di salumi e formaggi. I cavolfiori, ingrediente della cucina povera per eccellenza, sono un’ottima fonte di vitamine e minerali e, allo stesso tempo, sono noti per le loro proprietà antiossidanti e per le pochissime calorie. Il nostro sformato di cavolfiore, nonostante la presenza della panna, è molto leggero perché i cavoli vengono prima lessati e poi cotti in forno a bagnomaria. La ricetta può essere arricchita con differenti ortaggi, l’aggiunta di piselli e pomodori contribuisce a rendere il piatto più completo e colorato.

Preparazione

  1. Mettete una pentola con abbondante acqua sul fuoco e portate a bollore. Mondate i cavoli, ricavate delle cimette e lavateli sotto l'acqua corrente. Sbollente i cavoli per 5 minuti, scolate e mettete da parte

  2. Le cimette di cavolo sbollentate
  3. Rompete l’uovo e sbattete leggermente. Unite la panna, il parmigiano, aggiustate di sale e pepe e mescolate per bene.

  4. Il composto di panna e uovo
  5. Prendete delle cocotte monoporzione e ungetele con una noce di burro. Mettete i cavoli sbollentati nelle cocotte e versateci sopra anche il composto di panna e uova.

  6. Lo sformatino di cavoli prima della cottura
  7. Riempite una teglia ampia con due dita di acqua, appoggiatevi le pirofile e cuocete lo sformato di cavoli in forno a 230°C per 30 minuti. Servite a tavola direttamente nelle pirofile monoporzione.

Variante

Per un secondo più sostanzioso potete aggiungere mozzarella o provola affumicata.

Altre ricette con Broccoli