Sgombro fritto: saporito e semplice

12 Novembre 2019

Ingredienti

Quella dello sgombro fritto è una ricetta facile e particolarmente gustosa. Spesso sottovalutato, lo sgombro – detto anche maccarello – è un alimento principe della dieta mediterranea, ricco di omega-3, acidi grassi utili alla prevenzione di problemi cardiaci. Per il suo filetto consistente e la sua polpa saporita, invece del canonico cartoccio, qui trovate lo sgombro fritto servito al piatto insieme ad un’insalatina invernale rinfrescante che ha la funzione di pulire la bocca e sgrassare il palato, per un secondo piatto completo ed elegante. Procuratevi sgombri freschi di medie dimensioni, chiedete al vostro pescivendolo di fiducia di sfilettarli altrimenti procuratevi un coltello dalla lama flessibile e ricavate due filetti. Ricordate di salare il pesce appena prima di portarlo in tavola, in questo modo la frittura si manterrà croccante e perfetta. Portate in tavola lo sgombro fritto per una cena di pesce.

Preparazione Sgombro fritto: saporito e semplice

  1. Pulite e sfilettate gli sgombri – oppure fatelo fare al vostro pescivendolo di fiducia. Sciacquateli sotto l’acqua fresca corrente e, aiutandovi con una pinza, rimuovete le lische lungo la parte centrale di ogni filetto.
  2. Infarinate generosamente i filetti con la semola avendo cura di coprire tutta la superficie.
  3. Scaldate abbondante olio di semi di arachide e immergete i filetti, pochi per volta. Fateli dorare su entrambi i lati girandoli con una paletta a metà cottura, facendo molta attenzione a non romperli. Scolateli e tamponateli con carta assorbente.
  4. Lavate la lattuga e prendete le foglie più piccole. Mondate, lavate e affettate sottilmente il finocchio. Infine, pelate le arance al vivo e con un coltello ben affilato prelevate degli spicchi. Salate i filetti di sgombro e posizionatene due in ogni piatto. Accompagnate con un’insalata composta da lattuga, arancia e finocchio che ultimerete con olio, sale e una spruzzata di pepe.