Stinco con patate, secondo gustoso

20 Ottobre 2018

Ingredienti per 4 persone

Lo stinco con patate è un secondo piatto di carne gustoso e saporito, ideale per un pranzo o una cena in compagnia di amici. Nonostante lo stinco di maiale non rientri tra i tagli di carne più pregiati, il suo utilizzo in cucina lo rende di diritto una delle scelte più indicate quando si tratta di realizzare secondi piatti gustosi e saporiti. I muscoli che lo compongono, essendo particolarmente ricchi di tessuto connettivo, richiedono una cottura lenta e a bassa temperatura in modo che la carne rimanga perfettamente morbida e tenera al momento dell’assaggio. Ecco perché, il segreto per cucinare uno stinco di maiale a regola d’arte, è quello di procedere con una doppia cottura: una prima in padella- insieme ad un trito di odori – durante la quale la carne viene sfumata con vino bianco, e una seconda in forno per circa due ore. Sebbene i tempi non siano così brevi, i passaggi della preparazione sono davvero semplici: non abbiate timore quindi di cimentarvi in questo piatto all’apparenza complesso, ma anzi, sfruttate il lungo tempo di cottura per dedicarvi alla realizzazione delle altre portate che dovrete servire. Il sempre avvincente accompagnamento con le patate, poi, renderà questo secondo piatto un vero e proprio cavallo di battaglia da servire nelle occasioni migliori.

Preparazione Stinco di maiale

  1. Lavate, sbucciate le patate e tagliatele a spicchi. Lavate anche la carota, il sedano e la cipolla e tritateli grossolanamente.
  2. In una padella scaldate dell'olio extravergine d'oliva, rosolate gli odori e aggiungete gli stinchi di maiale. Fateli cuocere per circa 3 minuti per lato, quindi, sfumate con il vino bianco, lasciate evaporare e spegnete il fuoco.
  3. Trasferite gli stinchi di maiale in una teglia da forno, insaporite con sale, pepe e qualche rametto di rosmarino. Cuocete a 160°C per circa 2 ore.
  4. Unite le patate 40 minuti prima del termine della cottura e sfornate il tutto non appena la superficie della carne sarà bella dorata e abbrustolita.