Home Ricette Secondi piatti Tacchino fritto: polletti fatti in casa

Tacchino fritto: polletti fatti in casa

Il tacchino fritto è un secondo piatto sfizioso e semplicissimo da preparare anche come aperitivo: la ricetta facile e veloce.

Ingredienti per 4 persone

  • 35
  • 370 cal x 100g
  • bassa
di Irene Cirillo

Il tacchino fritto è un modo sfizioso per proporre questa carne e renderla accattivante anche per i bambini. Solitamente queste pepite croccanti sono realizzate con il pollo e vengono inzuppate nelle salse per essere mangiate con le mani durante una cena tra amici o per un aperitivo in compagnia. Anche la versione con il tacchino merita di essere provata. La doppia panatura è il segreto per ottenere bocconcini croccantissimi fuori e teneri dentro. Passateli prima nella farina e solo dopo nell’uovo e nel pangrattato. Potete utilizzare quello che avete a disposizione già pronto o realizzarlo grattugiando una vecchia pagnotta diventata dura. Se amate le spezie potete aromatizzare il pane con un pizzico di paprika o curcuma o aggiungere all’uovo qualche erba aromatica sbriciolata. Il tacchino fritto è ottimo gustato caldissimo.

Preparazione Tacchino fritto

  1. Tagliate il petto di tacchino a cubetti regolari dello spessore di circa due centimetri, salateli e tenete da parte.

  2. Rompete le uova in un piatto e sbattetele; disponete in altri due piatti la farina e il pangrattato.

  3. Prendete le pepite di tacchino e iniziate a immergerle una per volta nella farina, poi nelle uova e in fine nel pangrattato. Ripetete la sequenza.

  4. In una pentola dai bordi alti mettete a scaldare abbondante olio di semi e una volta raggiunta la temperatura immergete delicatamente pochi pezzi di tacchino per volta in modo da non farli attaccare tra loro. Una volta che risultano ben dorati scolateli con l’aiuto di una schiumarola e disponeteli su carta assorbente da cucina.

Variante Tacchino fritto

Friggete tutte le pepite e servite calde con salse a piacere.