Home Ricette Primi piatti Tiella di Gaeta con alici e pomodorini

Tiella di Gaeta con alici e pomodorini

La tiella di Gaeta, dalle orini antiche, può essere farcita sia con gli ingredienti del mare sia con quelli della terra.

di Annarita Rossi

La tiella di Gaeta è una ricetta legata alla città da cui prende il nome. Secondo la tradizione, permetteva di conservare per alcuni giorni pesci e ortaggi all’interno di un guscio di pasta lievitata e, al contempo, avere un pasto completo da portare sulle barche o nei campi. Pare che Ferdinando IV di Borbone ne fosse un grande amante e, per questo motivo, anche l’aristocrazia cominciò ad apprezzarla, in particolare con i calamaretti. Ne esistono diverse varianti: con il polpo, scarole e olive gaetane, zucchine, calamaretti, cipolle, broccoletti e con alici e pomodorini. L’ultima è molto apprezzata ed è preparata con il pesce fresco e i pomodorini dell’orto. Un piatto unico estivo, da mangiare con un’insalata mista.

Ingredienti per 6 persone

  • 60
  • 193 cal x 100g
  • media

Preparazione Tiella con alici

  1. Su un piano da lavoro, mettete la farina a fontana, aggiungete il sale, 20 ml di olio e 250 ml circa di acqua, nella quale avrete sciolto il lievito di birra, poi mescolate fino a ottenere un impasto liscio e morbido. Copritelo con della pellicola e fatelo lievitare 2 ore, fino al raddoppio.

  2. Pulite le acciughe, togliendo la testa, la lisca e la coda. Risciacquatele e posizionatele su un piatto. Unite i pomodorini tagliati in quattro, l’aglio a lamelle e il peperoncino. Salate e condite con l’olio.

  3. Passato il tempo della lievitazione, sgonfiate l’impasto e dividetelo a metà.

  4. Stendete la pasta e foderate una teglia spennellata di olio. Farcite il disco di pasta con le alici marinate, aggiungete del prezzemolo e poi coprite con l’altro disco di pasta. Sigillate i bordi e con una forchetta bucate la superficie in modo da far uscire il vapore in cottura. Spennellate d’olio la superficie e infornate a 240 °C per 20 minuti.

Alici e acciughe fanno entrambe parte della famiglia delle Engraulidae ma al banco del pesce non è raro trovarle separate e distinte in base al loro ciclo biologico. Vengono cioè considerate alici i pesci più piccoli e ancora giovaniacciughe i pesci adulti di dimensioni maggiori.

Variante Tiella con alici

Se le alici sono un pesce che vi piace, ecco qualche ricetta: