Home Ricette Primi piatti Pane e Pizza Tigelle: dalla cucina emiliana

Tigelle: dalla cucina emiliana

Le tigelle sono una soluzione sfiziosa per un aperitivo, una festa o uno spuntino. Potete farcirle con gli ingredienti che preferite.

di Alessandra Rosati

Le tigelle sono delle piccole focaccine di forma circolare tipiche della cucina emiliana, famose soprattutto tra le province di Bologna e Modena. A Bologna, appunto, sono chiamate tigelle dalla tigelliera, un particolare strumento su cui venivano tradizionalmente cotte. A Modena, invece, vengono chiamate più spesso crescentine o crescente. Il gusto è simile a quello delle piadine ma sono più spesse e più morbide. Le tigelle possono essere tagliate a metà, farcite con salumi e formaggi  o con la classica cunza: una preparazione a base di lardo battuto con aglio e rosmarino. Spesso vengono servite in occasione di un buffet, un aperitivo o una cena tra amici e si conservano per un paio di giorni se chiuse in un sacchetto. Altrimenti possono essere congelate.

Ingredienti per 4 persone

  • Preparazione 180 min
  • Tempo di riposo 120 min
  • Calorie 300 Kcal x 100g
  • Difficoltà bassa

Preparazione Tigelle

  1. Nella ciotola dell’impastatrice versate 500 g di farina, il lievito di birra, l’acqua, il latte e iniziate a impastare. Dopo qualche minuto, quando l’impasto comincerà a prendere forma, aggiungete il sale e l’olio e continuate a impastare fino a far assorbire completamente i grassi Quando l’impasto sarà liscio e omogeneo, mettetelo a lievitare in un contenitore in un luogo tiepido per circa 2 ore o comunque fino al raddoppio del suo volume.

  2. Una volta lievitato, capovolgete l’impasto su un piano di lavoro spolverizzato con un po’ di farina e stendetelo con un matterello a uno spessore di 5-6 mm. Con un coppapasta (se non ce l’avete potete anche usare un bicchiere) ricavate dei dischi dal diametro di 8/1o cm circa.

  3. Ponete le tigelle su un vassoio foderato con carta da forno e fatele riposare per almeno 20 minuti. Fate scaldare la tigelliera da entrambi i lati (usate una crepiera o una padella antiaderente se non avete lo strumento adatto) a fuoco moderato. Una volta ben calda, posizionate le tigelle, e fatele cuocere 4-5 minuti per parte. Fate attenzione alla cottura, dovrà essere dolce perché in caso contrario le tigelle si cuoceranno solo all’esterno, rimanendo crude all’interno.

  4.  Servite le tigelle ben calde. Tagliatele a metà e farcitele con gli ingredienti che preferite sia salati sia dolci.

Qual è la ricetta orginale delle tigelle?

La ricetta tradizionale delle tigelle prevede l’utilizzo dello strutto, noi l’abbiamo sostituito con l’olio. Le tigelle in questo modo risultano più friabili e croccanti.

Variante Tigelle

Se volete provare a fare anche le piadine, simili alle tigelle, ecco qualche ricetta: