Home Ricette Secondi piatti Torta di pane raffermo: riciclare con gusto

Torta di pane raffermo: riciclare con gusto

La torta di pane raffermo è un secondo piatto rustico preparato con cubetti di pane raffermo arricchito da uova, formaggio, salumi e broccoletti.

di Eleonora Tiso

La torta di pane raffermo è un secondo piatto rustico e saporito preparato con cubetti di pane raffermo arricchito da uova, formaggio, salumi e cime di rapa. Una torta salata di riciclo, perfetta per utilizzare il pane avanzato da giorni ma anche gli ingredienti che si hanno in frigo. Potete scegliere i salumi e i formaggi avanzati che vi piacciono di più, aggiungere verdure, olive, pomodori secchi o tutto quello che più stuzzica la vostra fantasia. La torta di pane raffermo è una buonissima alternativa alla pasta al forno, una sorta di mix tra una torta rustica e una frittata perfetta anche per un pasto veloce fuori casa o una gita fuori porta. Il pane raffermo è un buon ingrediente da riutilizzare in tanti modi: potete tostarlo per farne del pangrattato, degli ottimi crostini per le zuppe oppure utilizzarlo come base per fare degli gnocchi molto saporiti.

Ingredienti per 4 persone

  • 60
  • 376 cal x 100g
  • molto bassa

Preparazione Torta di pane raffermo

  1. Tagliate il pane raffermo a cubetti di circa 2 centimetri.

  2. In una ciotola sbattete le uova insieme al latte e aggiungete i cubetti di pane.

  3. Cuocete le cime di rapa al vapore, tritatele grossolanamente e aggiungetele nella terrina con il pane insieme allo speck tagliato a cubetti e il Parmigiano grattugiato. Regolate di sale e pepe e amalgamate tutti gli ingredienti.

  4. Trasferite il composto in una teglia di 22 centimetri imburrata, compattate bene e cospargete con i cubetti di scamorza. Infornate la torta di pane raffermo a 180° C per circa 40 minuti.

Sfornate e lasciate intiepidire prima di servire.