Home Ricette Secondi piatti Torta di patate piacentina: ricetta del riciclo

Torta di patate piacentina: ricetta del riciclo

La torta di patate piacentina è un piatto della tradizione, ancora più buona quando accompagnata da salumi e Parmigiano a scaglie.

di Alessandra Rosati

La torta di patate è un piatto tipico della cucina piacentina, originario della zona appenninica. È una ricetta del riciclo della tradizione contadina emiliana e nasce dalla necessità di non sprecare le patate rovinate durante il raccolto che non potevano essere conservate per la stagione fredda. Si presenta come una torta salata rustica, tradizionalmente a forma tonda. Gli ingredienti necessari rendono questa torta molto gustosa e saporita. Come per ogni piatto tradizionale, anche la torta di patate varia a seconda della zona in cui ci si trova. Nel comune piacentino di Farini è stata addirittura riconosciuta come una denominazione comunale che ha il nome Torta di patate di Farini De.Co.

Ingredienti per 6 persone

  • 60
  • 168 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Torta di patate piacentina

  1. Pulite e tagliate finemente la cipolla, fate rosolare dolcemente in padella con un filo d’olio extravergine, salate e lasciate sul fuoco fino a quando la cipolla non sarà del tutto appassita. Intanto, preparate l’impasto per il guscio della torta con la farina, 20 g di olio d’oliva, l’acqua e un pizzico di sale. Mettete in una ciotola capiente gli ingredienti indicati e cominciate a impastare, fino a ottenere un impasto elastico e piuttosto morbido, che farete riposare coperto per una mezz’oretta.

  2. Fate lessare le patate e, una volta pelate, riducetele in purea con lo schiacciapatate.

  3. Unite la cipolla alle patate ancora calde, aggiungete il formaggio grattugiato, sia il parmigiano sia il pecorino, la noce moscata, il burro e aggiustate di sale.

  4. A questo punto, tirate la pasta sottilmente con l’aiuto di un mattarello, spostate la pasta sulla carta da forno con cui avete foderato una teglia rotonda e versate al centro il ripieno.

  5. Schiacciate il ripieno verso i bordi, che dovranno rimanere alti almeno un paio di centimetri.

  6. Ripiegate la pasta avanzata sui bordi verso l’interno.

  7. Spennellate la superficie con un tuorlo e cuocete nel forno preriscaldato a 200 gradi per circa 30/40 minuti, servite tiepida.

Che cosa si può aggiungere per renderla più golosa?

In alcune varianti della ricetta è previsto aggiungere 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro nel soffritto di cipolla.

Variante Torta di patate piacentina

Se amate le torte salate rustiche, ecco altre idee: