Torta di patate trentina: perfetta per la cena

9 Aprile 2019

Ingredienti per 4 persone

La torta di patate trentina è un secondo di verdure molto sostanzioso e gustoso. La ricetta è tipica delle Valli trentine e si fa in ogni casa, ognuno con propri trucchi e segreti. È opportuno anzitutto distinguere tra il tortel di patate che è più piccolo e cotto in padella e la torta di patate cotta invece in forno. Entrambi accompagnano salumi, legumi e formaggi. La ricetta sembra banale e in effetti è davvero semplice ma, la cottura necessita di molta attenzione. È importante che la torta formi una crosticina da entrambi i lati e questo riesce se si gira al momento opportuno la torta in cottura. È necessario utilizzare una teglia adatta in modo che lo spessore della torta sia di circa 1 cm cosicché le patate riescano a cuocersi perfettamente anche al centro. La torta si deve mangiare calda, se si raffredda perde quasi tutto il suo fascino e il suo sapore. Si può arricchire con della pancetta nell’impasto ma è molto buona anche al naturale.

Preparazione Torta di patate trentina

  1. Grattugiate le patate. Lasciatele a scolare dell’acqua di vegetazione in uno scolapasta.
  2. In una ciotola aggiungete la farina, il latte, regolate di sale e mescolate bene. Ponete una teglia antiaderente unta con l’olio in forno a 200° C e solo quando l’olio si sarà scaldato e inizia a fare delle bollicine, versate il composto e livellate con il dorso di un cucchiaio. Rimettete in forno per circa un’ora. A metà cottura giratela, la torta deve risultare croccante da entrambi i lati. Servite calda a spicchi con speck e formaggio.