Trote alla valdostana: piatto agrodolce

18 Ottobre 2019

Ingredienti per 4 persone

Le trote alla valdostana sono un secondo piatto di pesce tipico delle zone d’altura della regione, dove questo pesce di acqua dolce cresce nei laghetti di acqua di montagna. Le abitudini culinarie di questa regione sono state fortemente influenzate dalla confinante Francia, come per l’uso dei grassi di origine animale, prediletto il burro, al posto del più mediterraneo olio extravergine di oliva; in questa ricetta, infatti, a fine cottura viene fatta una riduzione del fondo di cottura con burro e farina, tecnica maggiormente utilizzata oltralpe. La trota è un pesce di acqua dolce della famiglia dei Salmonidi, ne esistono diverse specie, di allevamento o meno, che differiscono per dimensioni e consistenza delle carni: quest’ultima dipende sia dall’alimentazione, che dalla presenza o meno di forti correnti di acqua nel loro habitat. La trota ha un profilo affusolato, il dorso è di colore scuro tendente al nero che sui fianchi diventa blu argenteo, oppure giallo. A questa ricetta si adattano tutti i tipi di trota, il cui sapore ben si presta a condimenti agrodolci come questo, per la presenza dell’uvetta. La trota alla valdostana può essere preparata e consumata subito o lasciata riposare per permettere al condimento di dare ancora più sapore alla preparazione.

Preparazione Trote alla valdostana

  1. Pulite le trote eliminando interiora e squame, lavatele con cura sotto l’acqua, eliminate la testa e sfilettatele passando un coltello lungo la spina dorsale, aderente alla lisca. Mettete i filetti ottenuti da parte.
  2. Lavate e tagliate il porro e le carote a dadini.
  3. Mettete l’uvetta in ammollo in acqua fredda.
  4. In una padella larga fate prendere calore all’olio extravergine di oliva con lo spicchio d’aglio, l’origano e la salvia. Unite le verdure  e un paio di cucchiai di brodo e lasciate cuocere fin quando sono morbide. Unite nella padella i filetti di trota, aggiustate di sale, lasciateli rosolare da entrambi i lati e sfumate con l’aceto. Unite anche l’uvetta e la scorza di limone grattugiata, un paio di cucchiai di brodo e portate il pesce a cottura. Quando i filetti sono cotti, toglieteli dalla padella e metteteli da parte. Aggiungete al fondo di cottura il burro e la farina e fate addensare.

Versate la salsa addensata sui filetti di trota e servite.