Home Ricette Contorni Lo Yorkshire pudding inglese

Lo Yorkshire pudding inglese

Lo Yorkshire pudding è una ricetta tradizionale della Gran Bretagna a base di uova, latte e farina; è un contorno ideale per accompagnare i piatti di carne.

di Tiziana Molti

Lo Yorkshire pudding è una ricetta tradizionale della Gran Bretagna, in particolare della contea dello Yorkshire. Con questa semplicissima preparazione a base di uova, latte e farina si ottiene una specie di soufflé con il buco. Per un risultato più leggero si può sostituire una parte di latte con l’acqua ottenendo un pudding più croccante. Anche le proporzioni degli ingredienti possono variare da una ricetta all’altra. La cosa più importante però, per ottenere un buon risultato, è il calore di cottura. La teglia va fatta scaldare con l’olio che deve diventare bollente e fumare prima di aggiungere la pastella. È altrettanto importante non aprire il forno durante la cottura per evitare che si sgonfino.

Come nasce lo yorkshire pudding?

L’origine dello Yorkshire pudding sembra provenga da usanze contadine. Le famiglie meno abbienti infatti, mangiando di rado e in quantità ridotte la carne, la accompagnavano con i pudding per rendere il pasto più sostanzioso. Erano cotti in una teglia al di sotto dello spiedo dove cuoceva la carne, in questo modo si insaporivano assorbendo i sughi che colavano da essa.

Ingredienti per 8 persone

  • 25
  • 200 cal x 100g
  • media

Preparazione Yorkshire pudding

  1. Rompete le uova e mettetele in una ciotola insieme al latte. Sbattete il composto con una frusta fino a renderlo completamente liscio e omogeneo.

  2. La preparazione dello yorkshire pudding

  3. Unite la farina un po’ per volta setacciandola, ad ogni aggiunta mescolate bene con la frusta per non formare grumi. Se dovessero comunque formarsi potete frullare il composto con il mixer a immersione per pochi secondi. Unite un pizzico abbondante di sale e pepe e mescolate. Lasciate riposare la pastella in frigorifero per 30 minuti coperta con pellicola trasparente.

  4. La preparazione dello yorkshire pudding

  5. Accendete il forno a 230 °C. Prendete uno stampo da muffin e in ogni buco mettete 1 cucchiaino di olio di semi. Quando il forno è a temperatura inserite lo stampo e fate scaldare l’olio per 6-7 minuti, dovrà essere bollente.

  6. La preparazione dello yorkshire pudding

  7. Nel frattempo riprendete la pastella, mescolatela per evitare che sul fondo si sia depositata della farina. Togliete lo stampo dal forno e riempite per metà ogni buco con la pastella. Non superate questa quantità perché i pudding in cottura crescono moltissimo. Con questa dose otterrete circa 16 pudding medi. Rimettete lo stampo in forno e cuocete circa 12 minuti, fino a doratura. Controllate comunque la cottura, se dopo 8-9 minuti sono già piuttosto scuri, abbassate la temperatura a 180 °C e terminate la cottura.

  8. La preparazione dello yorkshire pudding

Servite caldi.

Come abbinare lo yorkhire pudding?

Sono considerati un contorno e in Inghilterra sono serviti come accompagnamento a diversi piatti di carne. Il più classico è il roast beef ma si possono mangiare anche con arrosti, prosciutti, stufati o salsicce.

Variante Yorkshire pudding

I pudding possono essere consumati anche freddi e serviti con gli affettati. Ma possono essere anche utilizzati come contenitori: nel buco che si forma nel centro potete inserire formaggi, verdure o altri ingredienti a piacere realizzando così dei cestini deliziosi da servire anche come antipasto. Si conservano chiusi all’interno di contenitori, al momento di servirli potete scaldarli qualche secondo nel microonde a media potenza. Se vi piace la cucina inglese provate anche le pie: come quelle di maiale, quella di agnello, di pesce, o di pollo, ma anche  la cottage pie,  o il cornish pastry. Tra quelle dolci famosa è quella con il rabarbaro, o il bread pudding, o la bakewell tart.