Home Ricette Primi piatti Zuppa di fave secche e miglio

Zuppa di fave secche e miglio

La zuppa di fave è un primo piatto della tradizione contadina italiana, dove il sapore deciso delle fave è unito alla delicatezza delle patate e del miglio.

di Claudia Gargioni

La zuppa di fave è un delizioso primo della tradizione contadina italiana. È un piatto povero, economico, nutriente e gustoso da servire in tutte le stagioni. Le fave fresche hanno un colore verde e vengono raccolte in primavera, durante tutto l’anno però è possibile consumare quelle secche intere o decorticate. La maggior parte delle fave italiane provengono dalla Puglia, Sicilia e Sardegna, regioni in cui sono protagoniste in numerose ricette tradizionali. La zuppa di fave è una preparazione semplice ma piuttosto lunga. Le fave secche necessitano, oltre all’ammollo di 12 ore, anche circa due ore di cottura. Se volete abbreviare i tempi di preparazione potete realizzare questa zuppa anche nella pentola a pressione, riducendo della metà il tempo di cottura. Le fave sono un alimento molto nutriente e poco calorico. Sono ricche di potassio, ferro e fibre. Se amate questo legume potete trovare ispirazione in queste 10 ricetteQuesta zuppa può essere servita come piatto unico, se non seguite una dieta vegetariana arricchitela con pancetta croccante.

Ingredienti per 4 persone

  • 260
  • 150 cal x 100g
  • bassa

Preparazione Zuppa di fave

  1. Mettete a bagno le fave per 12 ore. Sciacquatele con abbondante acqua corrente e tenetele da parte. Preparate un trito di sedano, carote, cipolla. In una casseruola fate soffriggere due cucchiai di olio, unite il trito aromatico, l'alloro, il timo e il peperoncino. Aggiungete le fave e coprite con il brodo caldo. Cuocete per 90 minuti.

  2. Zuppa di fave (1)
  3. Frullate metà della zuppa con il mixer ad immersione e mescolatele alla zuppa restante.

  4. Zuppa di fave (2)
  5. Sbucciate la patata, tagliatela a dadini e unitela alla zuppa. Cuocete a fuoco dolce per circa 15 minuti.

  6. Zuppa di fave (3)
  7. Unite il miglio e portate a termine la cottura mescolando di tanto in tanto. Se la zuppa dovesse essere troppo densa aggiungete altro brodo caldo. Regolate di sale e pepe e servire con un filo d'olio a crudo e parmigiano grattugiato.

  8. Zuppa di fave (4)

Servite caldo.

Variante Zuppa di fave

Potete sostituire il miglio con una uguale quantità di orzo perlato o pasta spezzata. Per rendere ancora più saporita questa zuppa potete aggiungere a fine cottura pancetta croccante o speck e crostini di pane.