Due Masterchef hanno creato un nuovo concept di cibo a domicilio, Delivery Valley

8 Dicembre 2020

In tempi così scuri, ci stiamo abituando anche all’oscurità delle cucine, ovvero alle dark kitchen, le cucine nascoste da cui partono i piatti che si ordinano con il delivery. Ma la novità è che a Milano c’è una cucina dark che invece così dark non è, anzi. Ha le vetrine su strada nella trafficatissima zona Navigli, con fornelli e chef bene in vista. Delivery Valley è un nuovo concept di ristorante nato apposta per il delivery, senza tavoli e con i riders al posto dei camerieri, creato da Alida Gotta e da Maurizio Rosazza Prin.

Per Alida e Maurizio, entrambi concorrenti del reality, galeotto fu Masterchef. Coppia di fatto e anche sul lavoro: “L’idea di lavorare insieme al progetto è nata a Masterchef All Stars – dice Alida – l'attenzione non è solo per i piatti ma anche per packaging e tempi di consegna dopo che Maurizio aveva osservato il fenomeno del delivery in crescita a Los Angeles e poi a Berlino. A marzo scorso eravamo già pronti ad aprire ma poi c’è stato il lockdown che ha fermato tutto per tre mesi. Però poi, da quando il 1 giugno abbiamo aperto non ci siamo più fermati: da allora abbiamo fatto oltre 10.000 ordini, con un incremento del 175%”. E l’assunzione di tre persone a tempo indeterminato. Cosa che, di questi tempi, è più che una rarità. Alida riconosce: “Purtroppo oggi, in generale, con il delivery non si mangia bene.  Noi cerchiamo di offrire una qualità totale del food: dalla scelta delle materie prime, alla preparazione dei piatti e infine dando la massima attenzione al packaging e ai tempi di consegna del cibo. Infatti – continua – abbiamo fatto e facciamo su ogni nuova ricetta molte prove e il nostro cibo è più buono se consumato 20 minuti dopo la sua partenza dal ristorante”.

Cinque cucine differenti

Da Delivery Valley le linee di cucina sono cinque, ciascuna con un suo chef, una sua postazione, una sua comunicazione ed un suo marchio dedicato: la pizza al padellino (con farina Viva la Farina) Lievito Mother F****r, l’ hamburger di Giga Burger, il pollo di Gira Girarrosto, le costine di maiale giganti (da 500 g, 1 kg e 2 kg) in salsa barbecue e cotte a bassa temperatura Giga Ribs e infine Fritt Fighter, brand di solo fritto: di carne, pollo, pesce, misto.

Progetti futuri

Attualmente la cucina è guidata da Francesco, sous chef di Maurizio, e da Erika, sorella di Alida: “Io e Maurizio siamo ora più sulla parte imprenditoriale del progetto;  io sono amministratore unico, sola donna in mezzo 10 uomini! Stiamo creando anche  delle partnership: Maurizio ha inventato Kitchen Media, un format di collaborazione con le aziende sempre del comparto  wine & food. In questo momento ne abbiamo all’attivo una con i vini Santa Margherita, e consiste nell’abbinamento di un prosecco della casa vitivinicola con una combo di tre diverse pizze. La funzione di Kitchen Media serve a portare a casa, con il delivery, anche quei marchi e quei prodotti a cui magai non pensi quando vai al super a fare la spesa, ma che fanno degli ottimi pairings con i nostri piatti”. Delivery Valley crescerà con un’altra apertura: Milano (zona nord)  entro fine 2020, poi toccherà a Torino.

I Video di Agrodolce: Pasta all’uovo