25 regole del galateo per l’aperitivo

8 aprile 2014

Le buone maniere a tavola riguardano anche l’aperitivo, un’abitudine mondana oggi diffusissima in tutta Italia che offre l’occasione di conversare davanti a un buon cocktail con stuzzichini, così da smorzare la fame prima del pasto vero e proprio o rilassarsi dopo una giornata di lavoro. Il galateo offre dei consigli specifici sia per chi ne vuole organizzare uno in casa, sia per coloro i quali, invece, scelgano di parteciparvi in un locale, così da intrattenersi piacevolmente in un’atmosfera rilassata e sempre elegante.

  1. È direttamente il padrone di casa a occuparsi dell’aperitivo, preparando e distribuendo cocktail e cibo a tutti gli ospiti.
  2. VassoioSe è prevista la presenza di uno o più camerieri, saranno loro a occuparsi del servizio agli ospiti, offrendo gli stuzzichini direttamente sui vassoi.
  3. L’orario ideale per servire l’aperitivo è dalle 18 alle 20.
  4. L’aperitivo nasce per intrattenere prima del pasto quindi è buona educazione non attendere l’arrivo di tutti gli ospiti prima di servirlo: bisogna offrirlo già all’arrivo del primo invitato.
  5. Bisogna servire con un ordine ben preciso: prima le donne e poi gli uomini, dal più anziano al più giovane.
  6. BuffetIn caso di buffet è bene preparare più tavoli, per accogliere adeguatamente cibo e bevande.
  7. È necessario prevedere un assortimento di bevande sia analcoliche che alcoliche.
  8. È ideale preparare cibi monoporzione che possano esser mangiati anche in piedi, con le mani o con l’uso di una sola forchetta.
  9. Sul tavolo devono esser presenti piatti ben puliti, tovaglioli e posate.
  10. Se possibile l’aperitivo va servito in un luogo differente da quello in cui avrà luogo la cena vera e propria.
  11. Se la sala è la stessa, la zona in cui si serve l’aperitivo deve essere diversa da quella in cui si consumerà il pasto principale.
  12. La bottiglia di spumante o champagne va aperta all’arrivo del primo ospite.
  13. bicchieri di spumante e cocktailI cocktail a base di spumante o champagne vanno presentati già nell’apposito bicchiere (flûte).
  14. I cocktail analcolici vanno serviti in una brocca di vetro o cristallo, servendo l’ospite nel momento in cui ne chiede un bicchiere.
  15. Non bisogna strafare e rischiare di togliere completamente l’appertito agli ospiti: l’ideale è preparare semplici stuzzichini da disporre in più vassoi.
  16. Gli stuzzichini dovrebbero essere semplici sia nel sapore che nella forma.
  17. Per ogni ospite bisogna calcolare almeno due bicchieri di bevande e dai quattro ai sei stuzzichini.
  18. Se siete stati invitati da qualcuno, nell’eventualità in cui si porti un’altra persona bisogna avvisare prima il padrone di casa.
  19. essere in ritardoÈ buona educazione arrivare in orario.
  20. Bisognerebbe scegliere velocemente gli stuzzichini da riporre sul proprio piatto senza perdere troppo tempo davanti al buffet.
  21. È sempre buona regola non abbuffarsi.
  22. Dopo aver finito di mangiare, posate il piatto e il bicchiere sul tavolo predisposto oppure chiedete al padrone di casa dove poterli riporre.
  23. AperitivoL’aperitivo offre l’occasione di conversare, dunque siate sempre sorridenti e aperti a nuove amicizie.
  24. Non esagerate con le bevande alcoliche.
  25. Tra il momento in cui inizia l’aperitivo e quello in cui prenderete posto a tavola per il pasto vero e proprio, bisognerebbe non far passare più di 30 minuti.

I commenti degli utenti