Dieta drenante: dimagrire perdendo liquidi in eccesso

24 gennaio 2016

La dieta drenante ha l’obiettivo di eliminare i liquidi corporei in eccesso, e quindi di ridurre la ritenzione idrica. La prima cosa da fare per drenare i liquidi è ridurre il consumo di sale e aumentare quello di acqua, la dieta drenante aiuta a eliminare i liquidi in eccesso, riducendo il consumo di sale e aumentando l'assunzione di acqua che dovrebbe essere consumata in grande quantità (almeno 1,5 L/die), così da idratare l’organismo e aiutare i reni a espellere le tossine. La dieta drenante prevede anche l’assunzione di alimenti ricchi di fibre, acqua, sali minerali, antiossidanti e vitamine, ciò si traduce nel mangiare molti vegetali, verdura fresca, frutta, centrifugati, zuppe, minestre e cereali integrali (es. farro, orzo, avena), abbinati alle proteine e al giusto quantitativo di grassi sotto forma di olio extravergine di oliva. Oltre a ridurre gli alimenti moto salati, un’altra regola importante è quella di ridurre l’assunzione di alimenti raffinati, dolciumi vari e grassi saturi provenienti ad esempio da: formaggio, panna, burro, salumi e affettati.

Ridurre il consumo di sale

sale caduto

Per quanto riguarda il sale è bene eliminarlo dalla tavola e limitarsi ad assumere quello naturalmente presente negli alimenti senza aggiungerne altro. In alternativa, per insaporire le pietanze si possono comunque utilizzare spezie, erbe aromatiche, aglio e cipolla a piacere. Per ridurre l’apporto di sodio è anche necessario evitare cibi troppo elaborati e cibi conservati sotto sale, come affettati e insaccati. Inoltre bisogna sapere che molti alimenti confezionati o in scatola, anche se apparentemente insospettati, contengono al loro interno del sodio, quindi bisognerebbe leggere e controllare sempre l’etichetta di ciò che compriamo per verificarne il contenuto di sale. Infine è importante fare attenzione anche al glutammato presente ad esempio nel dado da cucina, nei salumi, negli alimenti liofilizzati, in salse e nei prodotti in scatola.

Bere molta acqua

bottiglie d'acqua

Come già annunciato, la prima cosa a cui pensare se si decide di iniziare una dieta drenante è l’acqua: bere molto, almeno 1,5 – 2 litri al giorno, è la prima regola. evitare le bevande alcoliche e quelle gassate e zuccherate aiuta per il successo della dieta Anche se in inverno il consumo di liquidi può essere più difficoltoso si possono trovare soluzioni alternative alla semplice acqua come il tè verde, le tisane o gli infusi, da degustare rigorosamente senza l’aggiunta di zucchero. In particolare una buona azione drenante la svolgono le tisane a base di ortica, ippocastano e di tarassaco. Sono da evitare, invece, tutte le bevande alcoliche e analcoliche gassate o zuccherate come aranciate, bibite, cola, succhi di frutta. Un altro ottimo rimedio è rappresentato dalle centrifughe, magari da accompagnare al pasto principale o da gustare come spuntino, raccomandate soprattutto quelle a base di finocchio, cetriolo, sedano e ananas, alimenti efficaci nel favorire la diuresi, poveri di calorie e ricchi di vitamine e sali minerali.

Verdure e carne bianca: pollice su

verdure

Sì alle verdure in generale, soprattutto se crude o cotte al vapore. In particolare, tra le verdure invernali prediligere: cavoli, che oltre ad essere ricchi di acqua e vitamina C possiedono anche virtù anti-tumorali, valeriana, finocchi, indivia, lattuga, catalogna, rape, barbabietole, radicchio, porri e scalogni, asparagi, carciofi e spinaci. Un’altra regola da rispettare è quella di assumere le proteine mangiando soprattutto carni bianche, pesce e uova (massimo 2, una volta a settimana), limitando invece la carne rossa e i formaggi (meglio se magri) ad una volta a settimana.

Regole generali

Verdure alla griglia

Durante la giornata inoltre consumare cereali integrali (fette biscottate, pane, pasta, riso, farro, orzo o altri cereali non raffinati) nelle giuste quantità, poiché riducono l’assorbimento dei grassi e aumentano il senso di sazietà. Ottima è anche l’abitudine di mangiare 2 frutti al giorno, cercando di prediligere agrumi e kiwi, ricchi di vitamina C, una vitamina che protegge i capillari sanguigni. Infine è importante prediligere le cotture semplici: alla griglia, al forno o al vapore e concedersi l’olio extravergine d’oliva a crudo per condire le pietanze.

Schema giornaliero

Vediamo allora uno schema giornaliero per praticare una dieta drenante, sentirsi meno gonfi e ristabilire la propria forma fisica.

  1. fette e marmellataColazione: due fette biscottate integrali con due cucchiai di marmellata (o di miele) e una tazza di latte scremato, oppure 125 ml di yogurt magro con 30 g di fiocchi d’avena e una tazza di tè verde.
  2. succhi di fruttaSpuntino di metà mattinata: un frutto fresco di stagione oppure una centrifuga o una spremuta di arance.
  3. L'insalata di farroPranzo: 80 g di farro o orzo o pasta integrale condita con verdure di stagione, un piatto di insalata verde, finocchi e sedano.
  4. Vasetto di yogurtSpuntino pomeridiano: un frutto fresco di stagione oppure uno yogurt magro.
  5. petto di pollo grigliatoCena: un minestrone di sole verdure, 200 g di carne bianca ai ferri o 250 g di pesce al forno con un contorno di verdure e una fetta di pane integrale.
  6. olioCondimento quotidiano consentito: 3 cucchiai di olio extravergine di oliva a crudo per condire le pietanze.
  7. tisana alla melissaAcqua, tè, tisane o infusi a piacere durante la giornata.

I commenti degli utenti