Home How to In Veneto la grappa spray per disinfettare scatena polemiche

In Veneto la grappa spray per disinfettare scatena polemiche

di Nadine Solano

La Distilleria Castagner di Treviso ha messo a punto una grappa spray, Alto 71°, per disinfettare il cavo orale. Non si sono fatte attendere le polemiche.

Il prodotto è appena nato ma già sta facendo discutere, dividendo gli animi. Ognuno naturalmente è libero di definire la propria idea, ma approfondire un po’ non fa mai male. una grappa come disinfettante del cavo orale Doverosa premessa: i consensi conquistati dalla grappa vanno molto oltre il suo sapore. Nel Medioevo era chiamata acqua vitae, acqua della vita. Il suo potere digestivo è innegabile e secondo la tradizione contadina è anche un energetico, un cardiotonico, un afrodisiaco. Nonché un ottimo disinfettante, soprattutto per quanto riguarda il cavo orale. C’è un antico proverbio che recita: “la grappa disinfetta, purifica e santifica”. E i proverbi non sono privi di verità, anzi.

Una grappa che non si degusta ma igienizza

È partendo da questi presupposti che il mastro distillatore Roberto Castagner, fondatore e titolare della Distilleria Castagner, situata a Visnà, frazione di Vazzola in provincia di Treviso, con i suoi tecnici di laboratorio ha messo a punto Alto Grado 71, una grappa spray che non deve essere degustata bensì usata come igienizzante per le labbra, la gola, la bocca tutta. La gradazione è a dir poco elevata: 85 gradi in distillazione e 71 nel flaconcino proposto al pubblico. L’azienda ha creato anche “l’erogatore ideale – spiega Castagner – per nebulizzare il più possibile le goccioline”. Sia ben chiaro: la novità non ha nulla a che vedere con i medicinali e dalla distilleria veneta lo sottolineano con forza. Fanno anche sapere che 50 vaporizzazioni equivalgono a un bicchierino, che l’effetto igienizzante dura più o meno mezz’ora e che il contenitore da 5 cl eroga all’incirca 130-135 nebulizzazioni.

Il perché delle polemiche

La grappa spray Alto Grado 71 dovrebbe essere reperibile nei supermercati e su Amazon ma, come anticipato, già è protagonista di una polemica. Castagner crede fermamente che sia anche preziosa per proteggersi dal rischio contagio da coronavirus: “In questo momento davvero difficile per i cittadini italiani – è la sua spiegazione – ho pensato a quale utilità potesse avere la grappa (…). Dal punto di vista chimico è un alcol con aromi, quelli dell’uva, e la scienza definisce l’alcol come il miglior disinfettante, anche per i virus. La gradazione alcolica per essere efficace deve avere tra i 60 e 80 gradi alcolici”. Insomma: lavarsi le mani bene e spesso è fondamentale, usare guanti e mascherine è molto importante e una spruzzatina di questa grappa potrebbe essere un plus non indifferente.

C’è chi condivide questo pensiero e procederà con l’acquisto, ma c’è anche chi ritiene siano tutte sciocchezze: ok, questa grappa spray può anche svolgere un’azione igienizzante, ma da qua a diventare un alleato nella guerra che tutti stiamo combattendo, ce ne vuole. Voi da che parte state? Siete incuriositi oppure no? Comunque, un flaconcino costa circa 6 euro: “Abbiamo deciso di tenere un prezzo basso affinché possa essere alla portata di tutti”.

  • IMMAGINE
  • OA Sport
  • People for Planet
  • PrimaTreviso