Home How to Come scegliere la macchina per la pasta

Come scegliere la macchina per la pasta

di Patrizia Chimera 2 Gennaio 2024 14:00

Per scegliere la migliore macchina per fare la pasta sono tante le considerazioni da fare prima dell’acquisto. La facilità d’uso, la facilità di pulizia e di manutenzione, il materiale, il modello, la chiarezza delle istruzioni, il brand, la sicurezza. Esistono due modelli: la macchina per la pasta manuale (più economica) e quella elettrica (più costosa, ma anche più facile da usare anche per chi è alle prime armi). Esistono poi macchine per la pasta elettriche con impastatrice inclusa

Tutti amano la pasta fresca. Farla in casa, come facevano le nostre nonne, non è impossibile. Se non vogliamo, però, armarci di mattarello e dover stendere la pasta a mano prima di tagliarla nel formato desiderato, perché non comprare una macchina per fare la pasta in casa? Le pasta maker sono accessori da cucina sempre più presenti nelle nostre case, per poter portare sempre in tavola primi piatti della tradizione nostrana. Come scegliere la macchina per la pasta per fare solo acquisti consapevoli?

In commercio troviamo macchine per fare la pasta di ogni tipo, da quelle manuali a quelle completamente elettriche. Ci sono modelli professionali, che però potrebbero essere troppo esagerati per le esigenze di una famiglia. Le pasta maker casalinghe, invece, hanno le dimensioni giuste per preparare il quantitativo di pasta fresca ideale. Sono semplici da usare e anche facili da pulire.

Quali tipi di macchine per fare la pasta in casa esistono

tagliatelle

In commercio troviamo tantissime macchine per fare la pasta in casa. Ci sono i modelli manuali, quelli elettrici e quelli elettrici e automatici, che hanno anche un’impastatrice incorporata: così da usare un unico piccolo elettrodomestico per fare tutto, dall’impasto alla stesura della pasta. Analizziamo i primi due modelli, che sono quelli di solito maggiormente presenti nelle nostre case:

  1. Le macchine per la pasta manuali sono le più semplici da usare e anche le più economiche. Sono quelle che vanno per la maggiore nelle nostre case, anche se richiedono più forza per utilizzarle e anche più tempo di quelle elettriche. La macchina prevede un rullo per stendere la pasta e poi utensili da taglio per dare la forma voluta. Sono molto durevoli nel tempo e la manutenzione è davvero essenziale: non hanno parti elettriche che possano rompersi, solo eventuali pezzi di ricambio da sostituire o ingranaggi da “oliare”.
  2. Le macchine per la pasta elettriche sono uguali a quelle manuali, ma funzionano in modo più semplice e veloce. Non dobbiamo assolutamente affaticarci girando la “manovella”, perché bastano semplici pulsanti. Costano ovviamente di più e la loro manutenzione non è così semplice ed essenziale, in particolare se a rompersi è un pezzo elettrico. Però sono davvero a prova di chef a prime armi e sono l’ideale anche per chi non ha molta forza nelle mani o nelle braccia. Per lavarle, di solito si possono smontare per mettere anche delle parti in lavastoviglie.

Come scegliere la macchina per la pasta: fattori da prendere in considerazione

Prima di scegliere una macchina per fare la pasta, sono diverse le considerazioni da fare. Tante le caratteristiche che potrebbero farci propendere verso un modello classico o verso uno più moderno e automatizzato:

  • Innanzitutto, bisogna valutare la facilità d’uso di una macchina: ovviamente quelli elettrici sono più semplici da utilizzare, in particolare se hanno l’impastatrice integrata, perché con un solo piccolo elettrodomestico abbiamo tutto quello di cui abbiamo bisogno. Per piccoli quantitativi da preparare sporadicamente, però, potrebbe bastare anche una macchina manuale, a patto che sia stabile e abbia istruzioni chiare.
  • Dobbiamo anche tenere conto che le macchine elettriche sono perfette per chi è anche alle prime armi: si potrebbero avere difficoltà a usare quella manuale, se non ne abbiamo mai vista prima una.
  • Un’altra importante voce riguarda la quantità di tipi di pasta che possiamo realizzare: tutto dipende da quello che cerchiamo.
  • Anche la facilità di pulizia e la possibilità di lavare le varie parti in lavastoviglie sono considerazioni che bisogna sempre fare.
  • Il brand riconosciuto e sul mercato da tempo può fare la differenza: vuol dire che i suoi prodotti sono validi e duraturi, a differenza di marchi che appaiono e scompaiono in breve tempo Possiamo anche leggere le recensioni online per farci un’idea.
  • Infine, il costo, una voce non indifferente nella scelta di un piccolo elettrodomestico: la differenza di costo tra un modello manuale e uno elettrico può essere molto alto. Inoltre, ci sono modelli anche manuali, ma griffati o di brand famosi che possono arrivare a costare cifre esorbitanti.

Come usarle al meglio

Saper usare al meglio la macchina per fare la pasta e saperla conservare nel tempo è fondamentale, sia per avere pasta fresca sempre ottima sia per far durare il nostro piccolo accessorio da cucina nel tempo. Sarebbe bene valutare con cura l’acquisto, prima, e leggere con attenzione le indicazioni riportati dalla casa produttrice sulla confezione o sul libretto delle istruzioni. Così da sapere sempre come usarla al meglio, come pulirla, come averne cura nel tempo.

Inoltre, sarebbe bene avere cura di conservare la macchina per la pasta solo dopo averla pulita in modo approfondito, tenendo sempre la sua scatola originale per tenere tutti i pezzi al sicuro. Una corretta manutenzione e una lunga durata dipendono anche da come trattiamo i nostri accessori e i nostri piccoli elettrodomestici in cucina.