KFC lancia il burger di pollo senza carne

30 Giugno 2019

​Neanche il tempo di metterlo sul mercato che è già sparito. The Imposter burger, il burger di pollo senza carne di pollo del colosso Kentucky Fried Chicken, è stato lanciato come test soltanto nei giorni scorsi a Londra, Bristol e nelle Midlands. Ma è già finito. Il filetto – contenuto nel panino insieme a erbe, spezie, lattuga e maionese vegana – è ricavato da un sostituto della carne, chiamato quorn, dell’azienda britannica omonima, che già da qualche anno vende i suoi prodotti anche nel nostro Paese.

KFC ha pensato di inserire il nuovo prodotto nel suo menu dato il sempre crescente numero di persone che scelgono di adottare una dieta vegana o vegetariana. E la novità ha suscitato molta curiosità, ha fatto registrare dati di vendita mai visti prima facendo registrare dati di vendita mai visti: +500% di fatturato in più rispetto a un normale locale della catena. Non è certamente la prima volta che un fast food inserisce cavalca l’onda vegetariana che si sta diffondendo in tutto il mondo. Prima di KFC ci avevano già pensato, tra gli altri, McDonald’s, che in aprile in Germania ha dato il via alle vendite di burger con polpetta a base di soia e frumento, e Del Taco, che negli Usa ha lanciato il Beyond Taco, con il burger della Beyond Meat.

Quello che l’azienda non si aspettava – o comunque non così in fretta – era di ottenere un successo di queste dimensioni. “Sapevamo – ha spiegato Victoria Robertson, senior innovation leader di KFC – che c’erano molte persone interessate all’Imposter, ma non avevamo previsto questa risposta fenomenale”. Ora, per assaggiare di nuovo il panino di pollo non pollo, bisognerà aspettare le nuove scorte, che arriveranno soltanto il 2 luglio prossimo. Preparate le sterline: ce ne vogliono 2,99.