How to: colorare le uova per la Pasqua

26 Marzo 2021

Probabilmente nessuno di noi avrebbe immaginato che anche quest’anno avremmo trascorso la Pasqua tre le mura domestiche, e invece eccoci nuovamente alle prese con l’ennesima chiusura forzata. Non tutti i mali vengono però per nuocere e, visto l’appropinquarsi delle festività, potreste sfruttare i prossimi giorni per dare sfogo alla vostra creatività e cimentarvi con la decorazione delle uova da portare in tavola la domenica di Pasqua o da donare a un vostro caro.

Le uova colorate nell’antichità

Prima di mettervi all’opera, comunque, sapevate che quella di colorare le uova è un’usanza che risale addirittura agli antichi greci, e che da tale consuetudine deriva ad esempio la tradizione ischitana di dipingere le uova di rosso? per le uova rosse ischitane si usa la radice di robbia In questo caso – qualora ve lo steste chiedendo – per la colorazione delle uova è utilizzata la robbia (in dialetto rova), pianta spontanea che è possibile trovare nei boschi o acquistare presso alcuni fruttivendoli. Quanto alla loro preparazione, invece, è sufficiente immergere uova e radici di robbia in acqua fredda, portarle a ebollizione e farle cuocere per almeno 10 minuti. Un consiglio per rendere queste uova ancora più belle? Posizionare su un lato di ciascun uovo un quadrifoglio stringendolo in una calza di nylon (otterrete così delle simpatiche decorazioni) e, una volta cotte, lucidarle con dell’olio d’oliva.

Cosa usare per colorare

Oltre alla robbia appena citata, sono davvero tante le piante e le spezie che potete utilizzare per colorare in modo naturale le vostre uova di Pasqua.

  • cavolo e cipolle rosse per uova rosse;
  • zafferano sciolto nell’acqua o carote per uova rosso/arancio;
  • barbabietole per uova blu;
  • spinaci per uova verdi;
  • caffè o semi di cumino macinati per uova marroni;
  • curcuma stemperata nell’acqua per uova gialle;
  • succo d’uva o vino rosso per uova viola.

Come colorare le uova

Una volta definita la nuance e fatte rassodare le uova, dovrete utilizzare gli ingredienti per creare un liquido in cui immergere le uova. Per ogni colore, vi serviranno circa 300 g di verdura da far bollire per circa 30 minuti in 1.5 litri d’acqua: ricordatevi di scolare la verdura e conservare il liquido. Se si tratta di una spezia da stemperare, mescolatelo all’acqua, fate arrivare a bollore, spegnete il fuoco e filtrate. Se invece utilizzate il succo delle verdure, non servirà l’acqua ma 1-2 cucchiai di aceto: anche in questo caso, fate arrivare a bollore (succo e aceto) e spegnete il fuoco.

Per ottenere colori intensi e brillanti immergete le uova sode (preferibilmente con guscio bianco) nel liquido caldo con due cucchiai di aceto per 10-12 minuti; se le lascerete immerse (ad esempio tutta la notte), i colori saranno ancora più vivi. Se volete sperimentare invece la colorazione a freddo, lasciate le uova in immersione per almeno un paio d’ore nel liquido freddo (senza aceto) per ottenere cromie più tenui.

Usare uova vuote

Ovviamente in tutti questi casi abbiamo ipotizzato l’utilizzo di uova sode. Se preferite usare invece uova vuote, foratene le due estremità e soffiate con forza in uno dei due buchi per far fuoriuscire il contenuto dell’uovo dall’altra cavità, quindi lavatele accuratamente per evitare cattivi odori. Le uova saranno così pronte per essere decorate con pennarelli, smalti, tempere, nonché per fare degli assemblaggi utilizzando fiori secchi, piume, strass, o qualsiasi altra cosa stimoli la vostra fantasia.

Uova al tè

Bellissime da presentare, le uova al tè sono la scelta più adatta. Come prepararle? Mettete le uova in un pentolino con dell’acqua fredda, portate a ebollizione e cuocete per 5 minuti. sono eleganti e dal sapore particolare Togliete dal fuoco e immergetele nell’acqua fredda. Una volta raffreddate, date dei colpetti ai gusci fino a ottenere delle crepe sull’intera superficie delle uova. A questo punto, portate nuovamente a ebollizione dell’acqua aggiungendo foglie di tè nero, sale q.b., salsa di soia e un cucchiaino di five-spice powder (misto di cinque spezie usate nella cucina cinese a base di anice, chiodi di garofano, pepe, cannella e semi di finocchio). Immergete le uova e fate cuocere a fuoco basso e con il coperchio finché i gusci non saranno colorati di marrone. Sbucciate infine le uova per svelare il reticolato che ne decora l’albume.