Home How to 8 modi per togliere la pelle ai peperoni

8 modi per togliere la pelle ai peperoni

di Marta Manzo

Verdura estiva per eccellenza, i peperoni sono più digeribili senza pelle: ecco 8 metodi per toglierla in maniera semplice.

Gialli, rossi, verdi che siano, l’estate è sempre tempo di peperoni. Da consumare crudi o preparare grigliati, da cuocere insieme ad altre verdure o accompagnati alle proteine animali e vegetali, sono estremamente saporiti e versatili e si prestano a moltissime ricette. Spesso, però, risultando particolarmente indigesti. La colpa è della loro buccia, di cui è bene privarli quanto più spesso possibile.

Perché sbucciare i peperoni

Insieme a patate, melanzane, pomodori, i peperoni appartengono alla famiglia delle solanacee, che racchiude un elevato numero di piante angiosperme dicoletidoni. Parte di questo nutrito gruppo, anche i peperoni contengono a loro volta solanine, quei glicoalcaloidi che consentono ai vegetali di proteggersi da attacchi esterni – come quelli di insetti e funghi – e che si trovano perlopiù nella buccia. La stessa buccia che contiene soprattutto cellulosa, difficile da digerire per l’uomo, nonostante sia utile per le funzioni intestinali. Ecco perché privare i peperoni della pelle li rende più digeribili.

  1. Come spellare i peperoni crudi. Se siete tra gli amanti dei peperoni crudi, nonostante la pelle conferisca loro estrema croccantezza, soprattutto in un’insalata, imparate a spellarli prima di consumarli. Da interi, usando il pelapatate o un coltellino affilato. Basta dividere il peperone a metà, per lungo, e poi lavorare con l’utensile fino ad asportarne tutta la buccia. 
  2. arrostire peperoni sulla fiammaSulla fiamma. Metodo più frequente e e funzionante e è quello di ricorrere ai fornelli. Passandoci su i peperoni uno a uno, con la fiamma sufficientemente alta per bruciacchiare la buccia finché questa non diventa nera. Una volta terminato con l’ultimo peperoni si può procedere a spellarli uno a uno.
  3. peperoni alla grigliaSulla griglia. Anche con la griglia la pelle dei peperoni si staccherà facilmente. Basta accenderla, appoggiarvi sopra i vegetali e lasciarli abbrustolire finché la buccia non diventerà nera. È sempre bene controllare di tanto in tanto, magari ruotando i singoli peperoni di 45° ogni tot minuti, in modo da procedere in maniera uniforme.
  4. peperoni al fornoIn forno, con l’olio. Forse tra i metodi più efficaci in assoluto c’è quello di arrostire i peperoni in forno. Bisogna spennellare i peperoni interi con dell’olio di oliva e disporli su una teglia ben oleata. Quindi accendere il forno a 220 °C e infornare i peperoni, ruotandoli di tanto in tanto, finché non si vedrà la pelle gonfiarsi e staccarsi dalla polpa. Ci vorrà circa una mezz’ora.
  5. Il cannello per la crème brûlée. In assenza di forno e fornelli un altro metodo applicabile è quello di utilizzare il cannello da cucina, solitamente previsto per caramellare piatti come, per esempio, la  crème brûlée. In linea di massima funziona come per il metodo dei fornelli e forse richiede un po’ più di pazienza. Ma si sa: di necessità virtù.
  6. In acqua e aceto.  Tramite bollitura con acqua e aceto riusciamo a ottenere un risultato che non sappia di bruciacchiato. Bisogna lavare bene i peperoni, dividerli a metà, quindi bollirli per una decina di minuti in abbondante acqua, addizionata con aceto. Una volta scolati, i peperoni vanno spellati sotto l’acqua – calda anche stavolta – con l’aiuto di un coltello.
  7. peperoni nel microondeNel microonde. Ultima tecnica, forse la più pulita, prevede di utilizzare il microonde. Anche qui bisogna lavare i peperoni e dividerli a metà, privandoli dei semi. Quindi adagiarli in un recipiente idoneo alla cottura a microonde, coprirli con la pellicola trasparente apposita e cuocerli alla massima potenza per 2-3 minuti, finché non saranno pronti per essere spellati.
  8. Per tutti i metodi: il trucco del sacchetto. Trick utilissimo per creare vapore tra la buccia e la polpa una volta terminata l’arrostitura (bollitura, cottura che sia) è quella di inserire i peperoni da spellare in un sacchetto per alimenti da congelare. Lasciandoceli per almeno una mezz’ora, ma anche fino a naturale raffreddamento, la condensa farà sì che la pelle si stacchi più facilmente. 
  • IMMAGINE
  • Shutterstock
  • Picky Eater