5 consigli per il vostro pranzo al mare

13 agosto 2015

Li ho visti, li ho visti e pure deprecati; in fondo li ho invidiati, ma pubblicamente solo additati: quelli che pranzano al mare con le lasagne, le parmigiane, le fettine panate. Sono categorie umane su cui la sociologia si è già espressa, che hanno sfidato e vinto su ogni raccomandazione del Tg2 Salute. un buon pranzo in riva al mare dovrebbe essere leggero e sano Ma voi non volete essere così, siete di quelli che vanno al mare per sfoggiare il fisico perfetto; dite che ci andate solo per prendere un po’ di sole, ma volete sfoggiare un fisico perfetto. Affinché continui a esserlo e per sopravvivere al caldo asfissiante, il vostro pasto dovrà essere frugale, sano, rinfrescante, ricco di cibi dissetanti, leggeri e decisamente non unti. Per non rimanere sull’astratto, ricordatevi di portare qualcosa in cui bere (i bicchieri se li scordano sempre tutti), qualcosa che non faccia volare ciò che avete portato per bere (sottobicchieri?), i tovaglioli e qualcosa per fermare i tovaglioli. Ancora più importanti, gli strumenti per proteggere i vostri piatti dalla sabbia (lo sa solo il Cielo quanti ragazzini vi romperanno castelli di sabbia addosso): pellicola, contenitori ermetici, carta-alluminio. Adesso che siete armati e affamati, ecco 5 consigli per i vostri pranzi al mare.

  1. panino sulla spiaggiaPanini. I panini restano sempre l’ideale: pratici, facili da mangiare, potete farcirli in modi diversi. Il suggerimento è sempre quello di restare sul magro: se preferite gli affettati, tacchino o prosciutto cotto; se aggiungete le verdure, pomodori, cetrioli, melanzane o zucchine grigliate (evitate le piscine d’olio, o sarete conosciuti come i più unti dello stabilimento). Se proprio non potete rinunciare ai latticini, usate qualche classicissima fetta di mozzarella, oppure buttatevi sul tofu (che è vegetale e leggero, ma vi dà un’illusione di formaggio). Lasciate le salse nel ripiano peccaminoso del vostro frigo: col caldo, assumeranno forme e colori che non saprete nemmeno descrivere. Se per voi l’unico panino ammissibile resta pizza e mortadella, sappiate che sotto il sole si cuocerà: speciale, ma difficile da digerire. Se vi serve qualche idea, date un’occhiata al nostro speciale panini.
  2. InsalateInsalate. Le insalate sono perfette, vi aiuteranno a provare una sensazione di sollievo, un momento di freschezza e contribuiranno a reintegrare i sali minerali persi. Per le foglie, scegliete tra le tantissime varietà in commercio (non vi chiedo nemmeno di pulirle e sciacquarle, potete comprare quelle pronte in busta): lattughe (se siete conservatori), rucola (per un nobile tono amarognolo), iceberg (croccantezza), misticanza (se non sapete scegliere). Aggiungete poi ingredienti che possano insaporire il composto, senza  appesantirlo: olive, germogli di soia, cetrioli a fettine, pomodorini,  mais, cubetti di avocado, julienne di peperoni o carote, carciofini; per avere un sano apporto di proteine, tonno o uova sode; per rendere tutto più croccante, qualche manciata di frutta secca o semi.
  3. Pasta fredda alle melanzane e menta_-5Insalate di pasta e di riso. Siamo pur sempre italiani: non mangiare la pasta equivale a non mangiare. Preparate delle paste fredde dignitose, che non siano scotte e prive di ogni condimento, ma nemmeno la carbonara della Sora Lella. Usate pochi ingredienti saporiti, che possano conservarsi un po’ più a lungo. Preferite paste corte e facili da mangiare, non è l’occasione ideale per sfoggiare i vostri famosi bucatini. Per non sbagliare, seguite i nostri consigli per l’insalata di pasta perfetta.
  4. frutta a cubettiFrutta. Se portate un melone intero, un cocomero intero, ma persino un mango intero, siete solo dei presuntuosi, o degli avventati. Qualunque frutto scegliate, tagliatelo a cubetti, snocciolatelo con la precisione di un architetto e riponetelo in un contenitore che si chiuda bene: sono tantissime le famiglie che mischiano tutto e nelle credenze hanno tappi molto più grandi delle vaschette. La frutta è gustosa, fresca e dissetante, non rinunciate a nulla: usate quella di stagione, aggiungete tutto quello che preferite e spruzzate un po’ di limone per evitare l’ossidazione.
  5. Vasetto di yogurtYogurt. Lo yogurt è composto per l’80% circa di acqua, è rinfrescante e vi aiuterà a reintegrare i minerali persi, è perciò indispensabile sotto il sole. Ma vi consigliamo di portarlo solo se avete una borsa frigo (o se riuscite a mangiarlo entro un breve lasso di tempo dalla partenza); altrimenti, diventerà la mostruosa ricerca di scienze di vostro figlio. Una volta ogni tanto, quando siete golosi e strafottenti, dimenticate il vostro salutarissimo yogurt e prendetevi un gelato nello stabilimento più vicino, state pur sicuri che loro avranno il frigo.

I commenti degli utenti