Le bagne: quali sono e come si usano

15 giugno 2016

La cucina in generale e la pasticceria nello specifico sono caratterizzate da molte preparazioni semplici che combinate tra loro danno forma a ricette complesse. Le bagne di pasticceria rientrano proprio in questa categoria. Nella preparazione di molte torte, a base di pan di spagna in particolare, o di dolci al cucchiaio le bagne sono un ottimo modo per aromatizzare e, in alcuni Le bagne, alcoliche o analcoliche, sono un ottimo modo per aromatizzare torte e altre preparazioni dolcicasi per dare colore. Ma cosa sono in realtà? Le bagne sono liquidi a base di sciroppo, ovvero acqua e zucchero in uguali proporzioni, e l’aggiunta di un elemento aromatizzante e/o colorante particolare. È proprio quest’ultimo che caratterizza il preparato e, per questo motivo, possiamo dividere le bagne in due gruppi: quelle analcoliche e quelle alcoliche. Le prime sono caratterizzate da un succo o da un aroma, mentre le seconde dalla presenza di un liquore. Oltre che ad aromatizzare, le bagne sono usate anche per ammorbidire il dolce su cui sono utilizzate.

Bagne alcoliche

bagna

Le bagne alcoliche, come già detto, hanno una base di sciroppo di zucchero, mischiata con i liquori più vari. Ovviamente, a seconda dei gusti, ognuno può utilizzare il liquore che preferisce, come ad esempio l’alchermes, che conferisce anche una particolarissima colorazione rossa, il curaçao, un liquore preparato con un agrume simile all’arancia e con un colore azzurro acceso, altri liquori agli agrumi, come il limoncello o il mandarinetto, lo Strega, il famoso liquore italiano a base di erbe, il rum, il marsala o il maraschino, un liquore a base di ciliegie. Ognuno di questi ingredienti ha degli abbinamenti molto utilizzati nella pasticceria nostrana, come ad esempio rum e cioccolato, marsala e zabaione o l’alchermes e crema pasticcera. Per preparare la bagna, in particolare queste alcoliche, è necessario preparare lo sciroppo di zucchero, facendo bollire l’acqua per 5 minuti con lo zucchero, e lasciarla raffreddare completamente, per poi aggiungerci la quantità desiderata di liquore. Per preparare una bagna non troppo forte vi consigliamo di utilizzare 150 ml di acqua, 110 g di zucchero e 50 ml di liquore.

Bagne analcoliche

shutterstock_373027951

Le bagne analcoliche si preparano con lo stesso principio di quelle alcoliche, ma non contenendo alcol sono adatte anche a chi non ama determinati sapori o per i bambini. Tra le bagne analcoliche più utilizzate ci sono certamente quella alla vaniglia, perfetta con creme alla frutta o con la crema chantilly, che si può preparare o con l’essenza o con la bacca di vaniglia bollita insieme all’acqua e zucchero, quella alla frutta, preparata con succhi o spremute di frutta come pera, pesca, arancia, quella al latte, perfetta con fragole e panna, quella ai fiori d’arancio, utilizzata per la preparazione della pastiera napoletana, o quella al caffè, ideale con mascarpone per ricordare il gusto del tiramisù. Anche nelle bagne analcoliche la proporzione da seguire è sempre la stessa, tranne per quella al latte dove è quest’ultimo che va bollito insieme allo zucchero, nelle stesse quantità dell’acqua.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti