Gilda, l’aperitivo dei Paesi Baschi da rifare a casa

1 Settembre 2019

Siete fra gli estimatori degli aperitivi organizzati fra le mura domestiche e vi piacerebbe sorprendere i vostri ospiti con effetti speciali, ergo con una proposta gourmet e possibilmente ispirata alla tradizione di qualche terra lontana? Consigliamo caldamente di cimentarvi con la preparazione del Gilda: con poca fatica otterrete il massimo dei risultati. Non è un cocktail anche se il nome potrebbe risultare in tal senso fuorviante. Si tratta, invece, di una sfiziosità gastronomica originaria dei Paesi Baschi – detta pintxo – che accompagna egregiamente qualsiasi bevanda scelta per l’aperitivo, appunto.

Cosa sono i pintxos

Tipici dei Paesi Baschi e della Spagna settentrionale, i pinchos (o pintxos) rappresentano una versione più elaborata ed evoluta delle classiche tapas. Sono stuzzichini composti dai più svariati ingredienti, i quali spesso sono tenuti insieme da uno stuzzicadenti, che quindi funge da pincha. Detta così, potrebbe sembrare una cosetta molto semplice; in realtà i pintxos si possono definire elaborate e raffinate pietanze in miniatura, per molti versi anche artistiche. Uno spettacolo non solo per il palato, dunque, ma anche per gli occhi. Ebbene, il Gilda è proprio il pintxos originario, il primo a essere comparso sui banconi dei locali baschi.

Come si prepara il Gilda

E adesso passiamo dalla teoria alla pratica. Per preparare 4 Gilda (ma vi consigliamo di raddoppiare le dosi) vi servono 4 acciughe sotto sale, 4 peperoncini verdi dolci sott’aceto, 8 olive verdi denocciolate. Infilzate gli ingredienti in quest’ordine: prima un’oliva, poi il peperoncino piegato in due, poi l’acciuga piegata in due, poi l’altra oliva, ma potete abbondare. Si conclude irrorando generosamente con olio buono. Per quanto riguarda le olive, la varietà ideale coincide con le Manzanilla, originarie della zona di Siviglia; i peperoncini, invece, dovrebbero essere della qualità guindilla de Ibarra (Ibarra è un comune dei Paesi Baschi). L’accompagnamento ideale del Gilda? Un buon bicchiere di vino bianco (txakoli), un rosato oppure il vermouth.

Una curiosità

Si dice che il nome Gilda fu usato per la prima volta in un locale di San Sebastián, per poi diventare definitivo. L’ispirazione va ricercata proprio nel celebre film interpretato da Rita Hayworth nel 1946 e considerato “salato, verde e un po’ piccante” come lo stuzzichino in questione.