La bocca brucia? Ecco 6 rapidi metodi per attenuare il piccante

1 Ottobre 2020

Vi avevamo già spiegato come stare attenti a recuperare un piatto troppo piccante durante la preparazione ma niente, lo avete mangiato. E adesso? se il piccante vi brucia la bocca, spegnetelo con questi trucchetti Per vostra fortuna esistono molti trucchi – con effetti più o meno duraturi – per salvare la bocca (e il cervello) dal fuoco che sentite ormai ardervi dentro. Pronti a studiare? Spieghiamo. L’origine della sensazione di piccantezza deriva dalla capsaicina, la molecola responsabile del bruciore che agisce stimolando alcuni recettori presenti nelle mucose, che si attivano a una determinata temperatura, tra i 43 e i 52 °C. Quando questo avviene il nostro corpo semplicemente suda e sente dolore. E, per combattere queste spiacevoli sensazioni, rilascia endorfine come naturale analgesico. Se quindi adesso è più chiaro il perché alcune persone amino particolarmente il piccante, è altrettanto vero che ce ne sono tante altre che odiano stare così male. Ecco quindi che fare.

  1. Pane, pizza e pasta. Gli amidacei e i carboidrati sono abbastanza nemici della linea, ma anche del bruciore e riescono a tamponare abbastanza il fastidio. Questo non tanto per un fatto chimico – non contrastano la capsaicina – quanto per un procedimento meccanico, visto che riescono a portarla via dalle mucose interessate.
  2. Latte, formaggio, panna. Grasso è bello, in questo caso decisamente di più. Il latte è considerato forse il rimedio più efficace per alleviare il bruciore, soprattutto quando è intero: i grassi che contiene (leggasi caseina su tutti) rimuovono la capsaicina dal cavo orale con rapidità. Allo stesso modo sono efficaci i formaggi, soprattutto grassi e cremosi, così come la panna. Non è raro, proprio per questo motivo, trovare piatti da tutto il mondo accompagnati da panna acida o dalle sue varianti, come la creme fraiche.
  3. Olio. Va da sé che, essendo un grasso, anche l’olio sia un buon palliativo in caso di assenza di prodotti migliori. Di qualsiasi tipo esso sia – oliva, cocco, mct – è indifferente che sapore abbia, perché il suo lavoro lo farà lo stesso.
  4. Miele e zucchero. Entrambi hanno la capacità di legarsi alla capsaicina e dunque aiutano, come gli altri rimedi, a togliere la sensazione di piccante dal palato. Basta un cucchiaino dell’uno o dell’altro per attenuare sensibilmente il dolore.
  5. Superalcolici. Sembra incredibile ma questa è l’occasione in cui un cocktail può fare la differenza. Vino e birra, invece, non sono granché indicati, perché non contengono abbastanza alcol da debellare gli effetti del peperoncino. Potreste provare a berne di più (bella scusa), ma avreste comunque scarsi risultati.
  6. Evitate l’acqua. E anche questa potrà sembrarvi un’allucinazione. Eppure, l’acqua non farà altro che diffondere ulteriormente la molecola in bocca, peggiorando la situazione. Mantenete il sangue freddo e scegliete uno dei modi elencati qui sopra. Ah, e un’altra cosa: non toccatevi gli occhi!

I Video di Agrodolce: Crostata senza burro cioccolato e frutti rossi