Pizza Rossini, l’orgoglio di Pesaro con uova sode e maionese

30 Novembre 2020

Se chiedessimo a un napoletano cosa pensa della maionese sulla pizza probabilmente la reputerebbe un’offesa. Spostandoci sul versante Adriatico, invece, il discorso cambia completamente. Se siete stati a Pesaro saprete infatti che nel capoluogo marchigiano non c’è storia: la pizza più amata a pesaro ha le uova sode e la maionese la più amata è la Pizza Rossini, una pizza base margherita con aggiunta di uova sode e, per l’appunto, di una generosa dose di maionese. Il suo nome è un omaggio al compianto compositore a cui la città ha dato i natali ma che – contrariamente a quanto si possa pensare – non ebbe assolutamente modo di mangiarla visto che l’ideazione di questa pizza risale solo agli anni ’60, quando un pasticcere iniziò a proporre delle pizzette guarnite con uovo sodo e maionese, ideali per l’aperitivo. In tranci al taglio, tonda al piatto o nell’originaria versione pizzetta da bar, un pesarese doc non sarà mai così sazio da rinunciare a una Rossini (qualunque sia l’ora), perché essa non è semplicemente una pizza ma un simbolo di appartenenza.

Il festival della pizza Rossini

Alla pizza Rossini è stato dedicato addirittura un Festival al quale partecipano davvero tutti. Durante l’evento (quest’anno annullato causa Covid) ci sono contest che spaziano da quelli rivolti ad esempio a tutte le attività commerciali che rivendono o producono la Rossini rientranti nelle categorie: miglior Rossini da colazione (bar, pasticcerie, laboratori, forni) e miglior merenda con la Rossini (pizzerie al taglio con trancio), ma anche contest dedicati agli amatori che vogliono sottoporre le proprie pizze homemade al giudizio di una giuria. Non manca ovviamente la gara a tempo a chi mangia il maggior numero di pizzette Rossini.

Dove mangiare la pizza Rossini

Per chi volesse gustare questa specialità pesarese in tutta tranquillità, ecco alcuni indirizzi.

I Video di Agrodolce: Cappone di Montoro