Home Cibo Come cucinare il cavolo nero

Come cucinare il cavolo nero

di Patrizia Chimera • Pubblicato 30 Dicembre 2023 Aggiornato 29 Febbraio 2024 10:22

Il cavolo nero è un ortaggio autunnale e invernale da gustare in tantissimi piatti diversi, per fare un pieno di vitamine e di sali minerali che ci aiutano a mantenere in salute corpo e mente. Scopriamo insieme, allora, una serie di ricette, dall’antipasto al contorno, per portare in tavola tutto il gusto di questo protagonista indiscusso delle nostre tavole. Insalate, torte salate, polpettine, ma anche primi piatti con la pasta o sotto forma di vellutata.

Tra gli ortaggi autunnali e invernali di cui non potremmo mai fare a meno, il cavolo nero è forte il re indiscusso. Come tutti gli altri “parenti” stretti, che appartengono alla famiglia delle Crucifere del genere Brassicacee, si tratta di un superfood utile per la salute dell’organismo. Infatti, è ricco di minerali e di vitamine che fanno bene a mente e corpo. Come cucinare il cavolo nero per gustare al meglio questo elisir di benessere?

Indice
  1. Proprietà del cavolo nero
  2. Come preparare il cavolo nero
  3. Come cuocere il cavolo nero
  4. Come abbinare il cavolo nero
  5. Ricette col cavolo nero

Proprietà del cavolo nero

Il cavolo nero è considerarlo il superfood dell’inverno: è infatti ricco di sostanze nutritive fondamentali per l’organismo, tra cui sali minerali (calcio, potassio, magnesio, ferro, zinco e fosforo) e vitamine come la A e quelle del gruppo B. Anche e soprattutto per chi sta seguendo un regime alimentare dietetico e a basso contenuto calorico, il cavolo nero si rivela una scelta più che indicata: ha poco più di 50 calorie per 100 grammi e possiede importanti proprietà diuretiche, decongestionanti e antiossidanti. Attenzione, però, a non cuocerlo troppo a lungo che potrebbe avere l’effetto opposto e causarvi qualche problema digestivo.

Come preparare il cavolo nero

Prima di tutto, è importante pulire bene il cavolo nero sotto acqua corrente fredda. Asciugatelo delicatamente con un panno pulito o con carta da cucina. Per conservarlo, avvolgetelo in un panno umido e riponetelo in un sacchetto di plastica nel cassetto della verdura del frigorifero, dove si manterrà fresco per circa una settimana.

Per preparare il cavolo nero, rimuovete le costole centrali dure, tagliandole via con un coltello o strappandole con le mani. Quindi, tagliate le foglie a strisce o pezzi, a seconda della ricetta.

Come cuocere il cavolo nero

Il cavolo nero può essere cucinato in diverse varianti a seconda del tipo di ricetta che si vuole preparare: in padella, al forno o semplicemente stufato, è perfetto da gustare sia come semplice contorno che come ingrediente di piatti più elaborati.

In padella

Per prima cosa pulite per bene le foglie di cavolo: lavatele con cura sotto acqua corrente ed eliminate la nervatura centrale più dura. In una padella antiaderente versate un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, aggiungete il cavolo nero – a foglie o tagliato a listarelle – unite un goccio d’acqua e cuocete a fuoco medio basso con il coperchio. Proseguite la cottura per una decina di minuti controllando che non si secchi eccessivamente. Quando noterete che le foglie saranno diventate più morbide, unite anche uno spicchio d’aglio e del peperoncino fresco. Alzate la fiamma e fate insaporire per qualche minuto.

Al forno

Procedete nella pulizia seguendo lo stesso metodo della cottura in padella, quindi disponete le foglie su una pirofila coperta da carta forno e condite la superficie come più preferite – sale, peperoncino, paprika e curry – distribuendo l’olio in modo ben uniforme su tutta la superficie. Cuocete in forno già caldo a 180° C per circa 10 minuti in modalità ventilata fino a che la consistenza non sarà bella croccante e dorata.

Stufato

Simile alla cottura in padella, il cavolo stufato si distingue per un sapore più deciso e marcato. Dopo aver pulito accuratamente la verdura sotto acqua corrente, disponete in cavolo in una casseruola insieme ad uno spicchio d’aglio e qualche cucchiaio di olio extravergine d’oliva. Fate insaporire il tutto per qualche minuto, quindi sfumate con del vino bianco e aggiungete qualche mestolo di acqua calda qualora vediate che la consistenza sia troppo asciutta. Fate cuocere per una mezz’ora, spegnete il fuoco e lasciate intiepidire prima di servire. Per un tocco ancora più saporito potete aggiungere qualche oliva nera e un po’ di succo di limone.

Come abbinare il cavolo nero

Il cavolo nero può essere abbinato ad altre verdure all’interno di zuppe e vellutate: pensate alla tradizionale ribollita toscana o alle classiche minestre a base di cereali. La sua consistenza leggermente croccante e il sapore particolare conferiscono a ogni piatto un tocco di personalità non indifferente. Nelle insalate, per esempio, è perfetto da aggiungere a della frutta secca e a condimenti a base di yogurt o senape. Quanto ai secondi piatti, immancabile l’abbinamento con le uova (per esempio in una frittata), o con formaggi e carni all’interno di uno sformato o di una torta rustica. Largo spazio poi ai primi piatti – paste e risotti – ai quali può essere aggiunto sotto forma di pesto e insaporito con olive, riotta o altri formaggi cremosi.

Ricette col cavolo nero

Il carattere trasversale del cavolo nero lo rende un ingrediente immancabile in numerosi piatti, soprattutto zuppe, vellutate e secondi piatti vegetariani. Ecco 7 idee da cui trarre ispirazione.

Cavolo nero in padella

Il cavolo nero in padella è un ottimo contorno da preparare anche quando si ha poco tempo, perché la ricetta è davvero semplice e veloce. Possiamo usarlo anche per condire delle bruschette per l’antipasto oppure portarlo in tavola come contorno di secondi piatti di carne o di pesce. Versatile e gustoso, si aggiunge alla ricetta anche il gusto intenso dei pinoli e dell’uva sultanina, per dare un tocco di sapore in più al nostro piatto. Scopriamo insieme come preparare il cavolo nero in padella.

Polpette di cavolo nero al forno

Per far mangiare il cavolo nero anche a chi è restio a mangiare la verdura o per un secondo piatto completo da portare anche con sé per la pausa pranzo in ufficio, ecco dei gustosi bocconcini con cavolo nero e patate lesse, con cuore filante di provola. Sono un piatto leggero, visto che la cottura prevista è quella in forno. Si possono portare in tavola anche come finger food per l’aperitivo o per un antipasto che non si farà dimenticare. Scopriamo come preparare le polpette di cavolo nero al forno.

Pasta con cavolo nero

Per un primo piatto che è un vero e proprio comfort food in ogni occasione, ecco la ricetta della pasta con cavolo nero. Si può usare qualunque tipo di pasta corta, da condire con foglie di cavolo nero soffritte in olio e aglio e un po’ di prosciutto cotto o di Praga e del pecorino da grattugiare sopra. Un piatto che si farà sicuramente ricordare e che è anche facile e veloce da preparare, persino per chi è alle prime armi in cucina. Scopriamo come si prepara la pasta con cavolo nero.

Pasta con cavolo nero

Chips di cavolo nero

Se non sappiamo come far mangiare le verdure ai nostri figli e non sappiamo come cucinare il cavolo nero affinché sia gradito al loro delicato palato, perché non provare la ricetta delle chips di cavolo nero? Sono facili e veloci da preparare e sono anche un’alternativa più sana e leggera rispetto alle tipiche patatine che i nostri bambini e ragazzi adorano mangiare. Si preparano con cavolo nero e verza da condire prima di cuocere il tutto in forno. Saranno croccanti e golose, una tira via l’altra. Scopriamo come preparare le chips di cavolo nero.

Vellutata di zucca e cavolo nero

Ed ecco un classico comfort food delle serate autunnali e invernali, che annovera tra i suoi ingredienti due dei protagonisti indiscussi della stagione fredda. La vellutata di zucca e cavolo nero si prepara facilmente e velocemente, a partire da un po’ di brodo vegetale nel quale potremo aggiungere la zucca appassita in olio e cipolla e anche il cavolo nero lessato. Per questa ricetta si consiglia di usare la polpa della zucca mantovana, più dolce e delicata. Scopriamo insieme come si prepara la vellutata di zucca e cavolo nero.

Insalata di cavolo nero

Per chi vuole un piatto unico leggero e goloso, da preparare in anticipo e gustare quando si ha tempo, anche in ufficio, l’insalata di cavolo nero è proprio quello che ci vuole, anche nella stagione fredda. Può essere un goloso contorno o un piatto unico da mangiare in autunno e in inverno. Oltre al cavolo nero, la ricetta prevede, tra i suoi ingredienti, anche le patate dolci, il tofu, un po’ di salsa di soia e il succo di un limone. Non è solo buona da mangiare, ma anche bella da vedere con tanti colori vivaci che accendono le nostre giornate fredde. Scopriamo insieme come si prepara l’insalata di cavolo nero.

Torta salata integrale con cavolo nero

E perché, infine, non usare il cavolo nero per preparare un’ottima torta salata? La ricetta con il Bimby permette di preparare un piatto completo, ideale da portarsi dietro anche nella pausa pranzo in ufficio. La torta salata sfrutta il cavolo nero, le carote e la ricotta, per un ripieno davvero gradevole. Scopriamo insieme come preparare la torta salata integrale con cavolo nero usando il Bimby.