Home How to Come gratinare le verdure

Come gratinare le verdure

di Roberta Favazzo 24 Novembre 2023 12:00

Gratinare le verdure ci permette di trasformarle da tristi contorni in appaganti antipasti o secondi piatti da leccarsi i baffi: ecco come procedere.

Alzi la mano chi riuscirebbe a resistere a delle verdure gratinate fumanti nel piatto con la loro copertura dorata e croccante ed il loro profumo inebriante. La gratinatura delle verdure è un metodo di cottura apprezzato in tutto il mondo che prevede l’uso di ingredienti come formaggio, pangrattato, qualche erba aromatica e olio o burro per creare un rivestimento irresistibile sulla superficie di zucchine, peperoni, broccoli & Co.

La gratinatura non solo migliora il sapore, ma trasforma anche le verdure in un piatto visivamente accattivante, perfetto per qualsiasi occasione, dai pranzi in famiglia alle cene speciali. Farlo non è difficile, ma utili possono risultare alcuni accorgimenti: scopriamo come gratinare al meglio le verdure con le dritte raccolte sotto.

Come gratinare le verdure

Che cosa si intende per gratinare?

La gratinatura è una tecnica che prevede la copertura di un alimento con uno strato che può essere costituito da formaggio, pangrattato o una miscela di entrambi. Questo rivestimento viene quindi cotto sotto un grill o nel forno fino ad ottenere una superficie dorata e croccante. Il termine “gratinare” deriva dal francese “gratin,” che significa “gratinato” e fa riferimento, appunto, alla crosta guadagnata dagli alimenti a fine cottura. Croccante e saporita.

Come gratinare le verdure

Per una gratinatura perfetta, prima di tutto preparate le verdure tagliandole in pezzi uniformi per garantire una cottura omogenea. Potete optare per carciofi, finocchi e patate, cavolfiore, asparagi, ma anche zucchine, peperoni, melanzane, broccoli e tanto altro. Potete precuocerle al vapore o bollirle leggermente fino a quando diventano tenere ma non eccessivamente morbide.

Nel frattempo, versate il pangrattato in una ciotola aggiungendo sale, pepe e olio oltre che aromi vari che stiamo bene con l’ortaggio scelto. Una volta disposte le verdure nella pirofila, cospargetele con la miscela e completa con una generosa dose di olio prima di infornare.

Zucchine

Zucchine gratinate al forno con parmigiano

Predisponete una ciotola con del pangrattato sul piano di lavoro. Regolate di sale e pepe e unite delle erbe aromatiche. In questo caso, del prezzemolo e del basilico. Aggiungete un filo di olio, mescolate bene per fare amalgamare al meglio i sapori, quindi raccogliete il composto con un cucchiaio e spargetelo sulle zucchine, che avrete tagliato a fette dello stesso spessore. Irrorate ancora con un filo di olio prima di trasferire in forno. I tempi di cottura (anche per le seguenti varianti) ammontano a 25 minuti in forno caldo a 180 °C. Questa stessa panatura può essere usata con successo anche con i pomodori.

Melanzane

Anche per quanto riguarda le melanzane, predisponete una ciotola con del pangrattato sul piano di lavoro. Regolate di sale e unite della scorza di limone grattugiata sul momento (la sola parte bianca, per evitare un risultato amarognolo). Trasferite il composto sulle fette di melanzane e completate con un filo generoso di olio prima di trasferire in forno.

Peperoni

Passiamo ai peperoni gratinati, la cui preparazione non si discosta poi molto da quelle precedenti. Ponete sul piano di lavoro il solito contenitore con il pangrattato e regolate di sale. Unite del peperoncino tritato e dell’olio, quindi mescolate bene. Versate sui peperoni ridotti in falde, con la parte interna rivolta verso l’alto.

Come gratinare le verdure

Quante calorie hanno le verdure gratinate?

Il numero di calorie per porzione dipende ovviamente sia dall’ortaggio utilizzato che dalla composizione della panatura, in particolare, dalla proporzione tra formaggio e pangrattato, qualora li si impieghi entrambi. A incidere è anche la quantità di grassi utilizzati. Le verdure in sé sono relativamente basse in calorie, ma l’aggiunta dei suddetti ingredienti può aumentare significativamente il contenuto calorico del piatto. In via generale, una porzione media da circa 200 grammi apporta all’incirca 160 calorie.