Home How to Cosa non mettere nella pentola a pressione?

Cosa non mettere nella pentola a pressione?

di Manuela Chimera 8 Febbraio 2024 14:00

Ci sono alcuni alimenti, alcuni materiali e tipologie di contenitori che non andrebbero mai messi nella pentola a pressione. Occhio dunque a non fare questi errori se non volete non solo rimanere senza cena, ma anche rovinare la pentola a pressione (che non costa certo poco)

Siete anche voi dei fautori delle pentole a pressione? Amata da tantissimi e temuta da altri (personalmente da piccola avevo una fifa matta della pentola a pressione, con quel sibilo inquietante e quel continuo sbuffare), ecco che bisogna saperla usare correttamente. Il che vuol dire anche sapere cosa non mettere nella pentola a pressione e perché.

Come funziona la pentola a pressione?

Cottura a vapore nella pentola a pressione

Vi siete mai domandati come funziona una pentola a pressione? E perché i tempi di cottura con questa pentola sono più corti? Tutto parte dalla fisica. Riportando alla memorie antiche reminiscenze scolastiche, ecco che i passaggi di stato dell’acqua (solido, liquido o gassoso) dipendono sia dalla pressione che dalla temperatura.

Solitamente l’ebollizione, cioè il passaggio dell’acqua dallo stato liquido allo stato gassoso, avviene a 100°C. Però quando la pressione è più alta, il che è quello che succede nella pentola a pressione, ecco che l’acqua bolle a una temperatura superiore ai 100°C. Quando invece la pressione atmosferica è più bassa, l’acqua bolle a temperature più basse (questo è quello che succede in alta montagna).

Alla base del funzionamento delle pentole a pressione c’è proprio questo meccanismo. Chiudendo ermeticamente il coperchio della pentola, ecco che il vapore che si sprigiona dalla cottura rimane intrappolato all’interno di quest’ultima. Il vapore si accumula, la pressione aumenta e di conseguenza sia la temperatura di ebollizione che quella di cottura aumentano, arrivando anche a 120°C. E questo fa sì che diminuisca il tempo di cottura del cibo.

Pentola a pressione: pro e contro

Vediamo ora i vantaggi e gli svantaggi della pentola a pressione. I pro della cottura nelle pentole a pressione sono:

  • tempo di cottura diminuito
  • non serve usare dei condimenti durante il procedimento di cottura
  • non serve usare il sale durante il procedimento di cottura
  • aumenta la biodisponibilità dei carotenoidi
  • metodo di cottura ideali per i legumi secchi e i cereali, ne migliora la digeribilità
  • non è necessario stare troppo dietro alla cottura perché i liquidi di cottura si conservano da sé dentro la pentola
  • perfetta per la cottura al vapore

Questo sono, invece, i contro della cottura nelle pentole a pressione:

  • costo di acquisto iniziale
  • se il tempo di cottura diventa troppo lungo, si rischia di bruciare il cibo
  • non è possibile controllare cosa succede dentro la pentola per via della chiusura ermetica
  • riduzione minima del contenuto di vitamine del gruppo B e della vitamina C
  • non può né rosolare né stufare né può cucinare gli arrosti
  • bisogna fare manutenzione ciclica

Quali sono le pentole a pressione più vendute?

Volete comprare una pentola a pressione? Consigli per gli acquisti: qui trovate un approfondimento sulla guida all’acquisto delle pentole a pressione migliori per le vostre esigenze. Qui, invece, vi sveliamo quali siano le pentole a pressione più vendute.

Cosa non mettere nella pentola a pressione?

Pentola a pressione

Prima di iniziare a usarla, è bene sapere cosa non mettere nella pentola a pressione:

  • cibi al cartoccio: non inserite nella pentola a pressione cibi avvolti in involucri di qualsivoglia tipo in quanto rischiano di otturare la valvola (ricordatevi che le esplosioni di pentole a pressione sono rare, ma possibili)
  • contenitori sigillati: rischiano di scoppiare per via dell’alta pressone dentro la pentola
  • barattoli chiusi: come sopra
  • cibi senza acqua o brodo di cottura: li brucereste
  • troppa acqua o brodo di cottura: se supera i tre quarti della capienza, comprensiva del cibo, quando il liquido comincia a bollire ecco che finirebbe per otturare la valvola di sfogo
  • attenzione ai cibi che producono schiuma cuocendo

Cosa cucinare nelle pentole a pressione?

Nella pentola a pressione potrete cucinare un po’ di tutto. Per esempio è perfetta per preparare brodi, risotti o qualsiasi piatto che richieda una cottura lenta. Ecco cosa potete tranquillamente mettere nelle vostre pentole a pressione (trovate in vendita anche diversi ricettari per la cottura nella pentola a pressione):

  • minestrone
  • brodi di qualsiasi tipo
  • legumi (riempite al massimo a metà la pentola con i legumi e l’acqua perché tendono a gonfiare molto)
  • riso
  • verdure
  • patate
  • carne
  • pesce

Ricette sfiziose con la pentola a pressione

brasato con polenta
Brasato con polenta cotto in pentola a pressione: rapido e saporito, perfetto per il pranzo del 25.

E dunque via a delle ricette sfiziose con la pentola a pressione. Partiamo dalla base: potete realizzare brodi di qualsiasi tipo in poco tempo nelle pentole a pressione. Come dicevamo, anche la carne può essere cotta velocemente nelle pentole a pressione.

Per esempio, potreste preparare in soli 40 minuti uno spezzatino di vitello e patate. Ma con qualche accortezza, ecco che potreste realizzare anche un arrosto di vitello.

Ricordatevi che anche il pesce o i prodotti ittici possono essere preparati con questa pentola: qui trovate la ricetta per il polpo nelle pentole a pressione.

Qua, invece, ecco alcune ricette gustose e diverse dal solito usando le pentole a pressione: