Home How to Come fare la pasta di pistacchio

Come fare la pasta di pistacchio

di Manuela Chimera 4 Dicembre 2023 12:00

Volete provare a fare la pasta di pistacchio? Ecco qui la ricetta per questa preparazione e come possiamo usarla in ricette dolci e salate. Occhio: parleremo della pasta di pistacchio non della pasta al pistacchio, che è tutta un’altra cosa. Che a volte una semplice preposizione può fare tutta la differenza del mondo

Oggi impareremo a fare la pasta di pistacchio. Che non è assolutamente la pasta al pistacchio. Quest’ultima, infatti, è pasta normale che, al posto di essere condita con un sugo tradizionale, è condita con i pistacchi. La pasta di pistacchio, invece, è una crema che possiamo realizzare abbastanza facilmente in casa e che può puoi essere usata come preparazione per creare altri piatti sia dolci che salati. Ovviamente alla base di tutto ciò ci sono i pistacchi. La cosa bella è che per preparare la pasta di pistacchi potrete usare sia i pistacchi già sbucciati (se siete pigri come me o siete di fretta) o i pistacchi interi.

A proposito di pistacchi: qui trovate altre 10 idee per usarli in cucina in maniera originale e creativa.

La ricetta della pasta di pistacchio

Crema spalmabile al pistacchio

Ovviamente esistono diverse ricette per preparare la pasta di pistacchi. Qui ne trovate una molto semplice e veloce, per chi ha poco tempo da stare in cucina, ma vuole comunque fare bella figura con amici e parenti.

Ingredienti

  • pistacchi (mi raccomando, non salati e per praticità usate quelli senza buccia o la granella): 100 grammi
  • zucchero a velo: 50 grammi
  • olio di semi: 30 grammi (il migliore sarebbe quello di arachide, ma se siete allergici ad arachidi o leguminose o se dovete usare la pasta di pistacchi per una cena fra amici e non sapete se ci siano allergie o intolleranze, meglio optare per un olio di semi di girasole o di mais)

Preparazione

Se avete optato per i pistacchi senza buccia, dovrete prima triturarli nel vostro frullatore. Se invece avete optato per la granella, avete saltato questo passaggio. Sia in un caso che nell’altro versate i pistacchi (triturati in precedenza o già sotto forma di granella) nel vostro robot da cucina insieme allo zucchero e all’olio. Fate girare per qualche secondo e ripetete più volte tale manovra.

Ad ogni nuovo giro dovrete aprire il boccale e controllare che le lame non si siano surriscaldate. Se si surriscaldano, infatti, rischiate che i pistacchi non rilascino il loro olio. In teoria se avete fatto tutto correttamente ecco che dovrebbe formarsi una crema pastosa. Questa è la pasta di pistacchio. Una volta pronta la si può conservare per massimo una settimana nel frigorifero, in un contenitore ricoperto di pellicola trasparente.

E per chi usa i pistacchi interi? Qui dovrete fare qualche passaggio in più. Ovviamente dovrete sbucciarli eliminando il guscio esterno. A questo punto prendete i pistacchi e lasciateli in ammollo in una ciotola d’acqua a temperatura ambiente per minimo due ore.

Ora scolate l’acqua e versate i pistacchi su un panno da cucina asciutto e pulito. Copriteli con un altro panno, altrettanto pulito e asciutto, e cominciate e a sfregarli in modo da eliminare la pellicina che hanno intorno.

Fateli poi asciugare in una zona asciutta e arieggiata, preferibilmente al sole per almeno un giorno. Poi procedete come visto sopra.

Una volta ottenuta la vostra pasta di pistacchio potrete usarla per preparare:

  • piatti salati: la si usa nella pasta, nei risotti, con la carne, il pesce o anche sulla pizza
  • piatti dolci: la si usa nei gelati, nelle creme, nei sorbetti, nelle granite, nei biscotti e nelle torte

La pasta di pistacchi un sapore molto aromatico, intenso. Quando viene preparata partendo da pistacchi con guscio, tende a essere un po’ più liquida. Di per sé è un prodotto assai concentrato, motivo per cui ne va aggiunta poca per volta. In alcuni casi potrebbe essere necessario diluire la pasta di pistacchio: questo viene fatto semplicemente aggiungendo acqua, latte o panna, dipende anche dai gusti e dalla preparazione in cui volete utilizzarla.

Ricette salate con la pasta di pistacchio

Pasta panna e pistacchio

Pasta con crema di pistacchi

Tecnicamente potremmo usare la pasta di pistacchi per preparare anche la pasta al pistacchio (non sopravvivremo a tutte queste preposizioni). In teoria basta prendere un po’ di crema di pistacchi precedentemente preparate, metterla di nuovo nel frullatore e aggiungervi del basilico, del sale, olio, un pizzico di Parmigiano Reggiano e dell’acqua. Si frulla il tutto fino a ottenere un composto ancora più cremoso e poi la si usa per condire la pasta.

Qualcuno insaporisce poi il tutto anche aggiungendo della panna.

Risotto con la pasta di pistacchio

Tecnicamente è possibile preparare anche un risotto con la pasta di pistacchio. Anche in questo caso non dovremo aggiungerne molta per via del suo sapore intenso, ma il pregio è che conferirà al nostro risotto non solo un sapore unico, ma anche un colore verde intenso. Ovviamente va usata per mantecare i risotti.

Vinaigrette di crema al pistacchio

Alternativa ancora più vegetale è la vinaigrette con la crema di pistacchio. Tutto quello che dovremo fare in questo caso, dopo aver preparato la pasta di pistacchi, è diluirla con succo di agrumi (filtrato, mi raccomando) o con un po’ di aceto di mele, in modo che poi possa andare a condire patate, barbabietole, cavolfiori o anche sedano rapa.

Ricette dolci con la pasta di pistacchio

Torta con crema di pistacchi

La pasta di pistacchi si presta bene anche con le preparazioni dolci. Un esempio lo abbiamo con la classica torta della nonna, quella fatta con la pasta frolla e che di solito contiene la crema pasticcera. Ebbene: al posto della crema pasticcera possiamo adottare la variante con la crema al pistacchio. In questo caso per preparare la crema pasticciera al pistacchio dovrete mescolare la pasta di pistacchi con amido, zucchero, sale e tuorlo, mescolando e versando poco per volta il latte. Poi il composto di mette sul fuoco e, mescolando di continuo, si fa addensare la crema. In questo modo otterrete una crema dal colorito verdino.

Crema al pistacchio

Tecnicamente la crema pasticcera al pistacchio vista sopra, oltre a essere messa nelle torte o nelle tartellette (ma anche nei bignè o per farcire il pan di Spagna), potrete anche usarla per preparare una crema al pistacchio al cucchiaio, da servire in coppette di vetro e da mangiare al cucchiaio. Non è difficile prepararla: si mescolano in una pentola zucchero, maizena, sale a piacere e tuorli d’uova.

Poi si aggiungere la pasta di pistacchi, poca per volta e latte a temperatura ambiente. Si mescola tutto e poi si aggiunge il latte rimasto, passando poi il pentolino sul fuoco. Quando sarà addensata la si mette in una ciotola, la si copre con una pellicola e si fa raffreddare. Occhio che si conserva in frigo solamente per tre giorni.

Cremoso alla pasta di pistacchio con crumble di cioccolato

Questo dessert è facile da preparare, ma anche molto scenografico. Quindi vi farà fare una bellissima figura. Come prima cosa dovrete far ammorbidire i fogli di gelatina. Poi in una pentola si versa la panna fresca, si arriva quasi al bollore e si spegne. Adesso si scola la gelatina e la si aggiunge alla panna calda, mescolando il tutto con la frusta e si aggiunge il latte condensato, sempre mescolando.

Ed è a questo punto che dovrete unire la pasta di pistacchio, poca per volta e un pizzichino di sale. Frullate il tutto e versate la crema così ottenuta in bicchieri di vetro trasparenti, facendo raffreddare il tutto in frigo per minimo 3 ore.

Adesso tocca preparare il crumble al cioccolato. Nella ciotola versate la farina, il cacao amaro in polvere, lo zucchero di canna, il burro freddo e un pizzico di sale, sbriciolando il tutto a mano e creando delle grosse briciole. Appoggiate poi il crumble su una teglia in forno foderata con carta da forno. Le briciole devono diventare croccanti.

Far raffreddare le briciole e versarle poi sopra alla crema di pistacchio nei bicchieri. E il vostro cremoso alla pasta di pistacchio con crumble di cioccolato è pronto.