La Terrazza dell’Hotel Eden a Roma: la top 3 dei piatti di Fabio Ciervo

24 maggio 2018

Lo stato dell’arte di una nazione passa anche per il cibo che produce. Se poi il Paese in questione è l’Italia, dove a distanza di pochi km usi, costumi e prodotti tipici, possono cambiare completamente, è proprio il caso di dire che siamo nel giardino dell’Eden, magari posto al sesto piano, in uno degli alberghi più esclusivi di Roma, nel 2012 fabio ciervo ottiene la stella michelin, riconfermata lo scorso novembre l’Hotel Eden in via Ludovisi, 49. Questo è il regno di Fabio Ciervo, lo chef stellato che, ispirato dal sapere del nonno agricoltore, sviluppa sin dall’infanzia la passione per la cucina e una profonda conoscenza delle materie prime. Classe 1979, da Sant’Agata de’ Goti, passa prima all’istituto alberghiero per poi volare a Londra, in cucina con lo chef Adriano Cavagnini presso il ristorante italiano del Grosvenor House Hotel. In seguito approda al ristorante stellato Chez Nico, il ristorante di Nico Ladenis situato anch’esso all’interno dell’hotel. Vanta collaborazioni al fianco di Michel Roux presso il ristorante Waterside Inn, e di Martin Berasategui. Torna all’Hotel Eden, al ristorante La Terrazza; nel 2012 ottiene la stella Michelin, che gli viene riassegnata lo scorso novembre dopo la chiusura per restauro dell’Hotel Eden, a 7 mesi dalla riapertura.

la-terrazza-jpg-1

Al sesto piano ha sede il suo laboratorio creativo, dove Ciervo e tutta la brigata lavorano in postazioni con vista sulla Capitale: qui il cibo passa attraverso uno studio socio-culturale-nutrizionista, prima di approdare nella carta del ristorante. Aperto solo a cena, è uno dei posti migliori per godere di un panorama mozzafiato su tutta la città. Ecco quali sono i migliori piatti dello chef Fabio Ciervo a La Terrazza dell’Hotel Eden.

  1. foto-cacio-e-pepe-1Spaghetti cacio e pepe del Madagascar, profumati ai boccioli di rosa. Sono la reinterpretazione della cucina romana da parte dello chef, dove gli spaghetti vanno a formare un tunnel, che si vorrebbe non finisse mai. Questo è uno dei piatti di Roma a modo mio, in compagnia del Filetto di baccalà, cipolla rossa e fagiolo Risina di Spello.
  2. crema-di-ricci-di-mare-capasanta-curry-e-pepe-nero-1Crema di ricci di mare, capasanta, curry e pepe nero. Apparentemente delicato, è un mix di sensazioni e consistenze, dove calma e concentrazione sono gli alleati migliori per assaporare il piatto.
  3. triglia-croccante-tartare-di-alghe-marine-e-olive-kalamata-1Triglia croccante, tartare di alghe marine e olive Kalamata. Molti la snobbano, ma la triglia – se cucinata come si deve – fa le scarpe a molti altri pesci più quotati. La carne della triglia è accostata con precisione a una tartare di alghe marine e olive Kalamata, una vera e propria armonia da affiancare all’Assoluto di Calamari e Ceci.

I commenti degli utenti