Tradotto per voi: 54 condimenti da aggiungere ai vostri pasti e come

6 Febbraio 2019

L’articolo originale “54 condiments you should add to your next meal” di Sarah Fielding compare su Insider. Un lungo elenco dei condimenti più interessanti e come usarli a tavola: l’abbiamo tradotto per voi.

Esistono talmente tanti tipi di condimenti che si ha l’impressione che ce ne sia almeno uno per ciascun piatto: condimenti dolci, salati, leggeri, corposi e le varie combinazioni possibili. Ovviamente è impossibile elencare tutti i condimenti esistenti, ma questi sono decisamente degni di nota. Se già fate fatica a capire quale sia il vostro condimento preferito, aspettate di scoprire quelli che ancora non conoscete. Ecco una lista praticamente completa di tutti i condimenti di cui potreste aver bisogno e che forse ancora non conoscete.

  1. La maionese è usata spesso nei sandwich o come intingoloFatta con tuorlo, olio e aceto, la maionese è un condimento cremoso che si può aggiungere a qualsiasi piatto. È utilizzata in maniera diversa nelle varie parti del mondo: Negli Stati Uniti si trova spesso spalmata nei sandwich, mentre in Europa è l’intingolo d’eccellenza per le patatine fritte.
  2. Esistono pochi piatti che non migliorano con la salsa di soiaLa salsa di soia è un condimento che può trasformare le cose più semplici, come il riso e le verdure, in piatti straordinari. È fatta di semi di soia fermentati, sale e acqua e conferisce un tocco umami a qualsiasi pietanza.
  3. La senape: l’unico dubbio è quale scegliereI semi schiacciati d questa pianta sono il punto di partenza della mostarda. Esistono dozzine di diversi tipi di senape usate in tutto il mondo, da quella al miele alla dijon. Negli Stati Uniti si trovano spesso a corredo di un hot dog o di un sandwich.
  4. Il ketchup va bene su tutto, dalle patatine fritte alle salsiccePatatine fritte, hamburger, chicken nuggets, qualsiasi cibo salato vi venga in mente è destinato a combinarsi bene con del ketchup sopra. Fatto di pomodori, zucchero, aceto e spezie, questo condimento tradizionale è utilizzato anche come variante nella salsa cinese di pesce fermentato, stando al National Geographic.
  5. La salsa di pesce, un tocco dolce per la vostra pietanzaSe amate il pad thai, siete già dei fan della salsa di pesce, molto utilizzata in una varietà di pietanze asiatiche. Preparata mettendo del pesce sotto sale a fermentare, si adatta benissimo al pollo marinato o alle salse da intingolo.
  6. Il chutney è la base di alcuni dei vostri cibi preferitiUn po’ di salsa chutney, anche sotto forma di pasta secca, è usata come base di partenza nella cucina indiana. Può essere fatta con diversi ingredienti freschi, dallo yogurt alle noci alle spezie, che sono macinati insieme. Il chutney alla menta è delizioso abbinato ai samosa, mentre quello al cocco può essere aggiunto al riso.
  7. Il Thousand island dressing contiene circa un migliaio di ingredienti gustosiUsando la maionese come base di partenza, il Thousand island dressing può contenere ingredienti come olio d’oliva, succo di limone, paprika e mostarda, solo per citarne alcuni. È spesso utilizzato per condire le insalate ma è ancora più noto come salsa speciale per hamburger e sandwich.
  8. La salsa tartara, una versione più raffinata della maioneseLa salsa tartara si prepara partendo da una base di maionese o aioli, con aggiunta di cetriolini sottaceto e varie spezie. Nonostante le sue origini siano poco conosciute, oggi è diventato un topping cremoso per il pesce fritto o una salsa per intingere le patatine fritte.
  9. Esistono diverse tipologie di aceto, una più buona dell’altraBalsamico, di riso, di vino rosso: esistono tanti tipi di aceto tra cui scegliere e costituiscono la base di molti altri condimenti, ma anche da solo si sposa perfettamente con insalate, sandwich, patatine fritte e tanto altro ancora.
  10. La salsa barbecue, un condimento dolce adatto a tutte le carniLe origini della salsa barbecue sono difficili da rintracciare e le sue caratteristiche possono variare a seconda della zona degli Stati Uniti in cui è prodotta. Molte sono preparate con una base di pomodori alla quale si può aggiungere molassa o zucchero di canna. Può essere utilizzata pressoché su tutto, incluse le carni affumicate, gli hamburger, le alette di pollo fritte e tanto altro ancora.
  11. La magia dell’olio di tartufoAnche se alcune tipologie sono prodotte artificialmente, la ricetta tradizionale prevede l’unione di olio e tartufi. È un po’ costosa, ma ne basta poca per arricchire i vostri piatti. È utilizzata copiosamente, dalle patatine fritte alla pasta, e spesso è il tocco finale di molte pietanze. Il risultato è salato e gustoso.
  12. Una volta scoperta l’aioli, non si torna più indietroPrendete dell’aglio, mescolatelo con dell’olio d’oliva e un paio d’uova e avete ottenuto l’aioli. La salsa può essere enfatizzata con del chili, extra aglio, paprika o qualsiasi altra spezia. È l’intingolo d’eccellenza per le patatine fritte.
  13. L’harissa, il piccante per tutte le occasioniLa salsa harissa, piccante e gustosa, nasce dalla combinazione di una varietà di peperoncini, tra cui i peperoncini rossi arrostiti, i peperoncini Baklouti e i serrano, con l’aggiunta di semi di coriandolo. La ricetta, così come il suo utilizzo, possono variare da regione a regione, ma è comunemente usata per i piatti a base di riso, le zuppe e le carni.
  14. La brown sauce, per dare nuova vita ai vostri piattiLa brown sauce è usata in una grande varietà di contesti ed è molto diffusa in Gran Bretagna e in Irlanda. È fatta con pomodori, datteri, mele, aceto e una serie di spezie. È perfetta come condimento per le colazioni all’inglese e può essere utilizzate sulle carni rosse.
  15. La Sriracha, il condimento più trendy del momentoQuesta salsa piccante è fatta con semplici ingredienti: peperoncini, aceto, aglio, zucchero e sale. Anche se sembra un nuovo condimento alla moda, è utilizzato da quasi 100 anni nella cucina vietnamita e thailandese. Si può mettere praticamente su tutto, ma dà il suo meglio con i cibi brodosi, come il pho e lo stir-fry, oppure con i fritti, come gli spring roll.
  16. Un tocco magico di wasabiAnche se lo vediamo sempre in versione pastosa, il wasabi è una pianta dal sapore inconfondibile della stessa famiglia della senape e del rafano. Nei paesi occidentali le persone sono abituate a vedere il wasabi come accompagnamento tipico del sushi, mentre in Giappone è aggiunto a riso e pesce per dargli un tocco speziato.
  17. La salsa, topping o intingoloOriginaria del Messico, la salsa è preparata mescolando ingredienti tritati, come i peperoncini e le cipolle. Quando è usata come intingolo è spesso a base di pomodori, ma quando diventa topping può contenere di tutto, dall’ananas al mais. La salsa è molto versatile ma è usata principalmente sulle tacos o le tostadas.
  18. Il sottaceto si associa quasi sempre agli hot dogIl sottaceto è un qualsiasi frutto o verdura cotto e messo sotto aceto. Per lo più si tratta di cetrioli sottaceto ed è comunemente usato negli hamburger e hot dog. Questo condimento è diventato popolare grazie alla cucina della Pennsylvania Dutch.
  19. La salsa sweet chili va bene su tuttoLa salsa sweet chili è spesso associata agli egg roll, gli involtini primavera e gli involtini di lattuga (lettuce wraps). È fatta di peperoncini rossi, aceto di riso, aglio, salsa di pesce e zucchero o miele. È molto utilizzata in Thailandia e Malesia, ma sta cominciando a diventare molto popolare anche negli Stati Uniti.
  20. Il peri peri e il suo carico di pepeLa salsa peri-peri è fatta con i peperoncini africani bird’s eye ed è utilizzata soprattutto sulle carni di pollo. Il peperoncino bird’s eye è coltivato nel continente africano ed è difficile da reperire altrove. Per questo motivo la maggior parte delle ricette moderne usano peperoncini red bell, paprika, pepe nero, aceto, origano e sale.
  21. Le origini sorprendenti del rafanoIl rafano è stato utilizzato per diversi scopi sin dal 1500 a.C. Come afrodisiaco, medicina per i dolori della schiena e sciroppo per la tosse. Alla fine del XIX Secolo il mercato del rafano era in piena crescita ed è utilizzato ancora oggi. La salsa di rafano (horseradish) è fatta di rafano, panna acida, senape Dijon e maionese.
  22. Dall’insalata alla pizza, la salsa ranch è un tipico condimento americanoLa salsa ranch è utilizzata maggiormente come condimento o come intingolo per la pizza e le alette di pollo. Il condimento cremoso risale probabilmente agli anni ‘50, grazie al composto secco creato da una coppia che viveva nel ranch Hidden Valley che è rapidamente diventato famoso. La gente, a casa, lo mischiava con la maionese o con il siero di latte. La salsa è quindi a base di erbe essiccate e maionese.
  23. Tahini, il condimento a base di sesamoIl tahini è un condimento pastoso fatto di semi di sesamo tritati e olio. Può essere usato come alternativa al burro di arachidi ed è anche uno degli ingredienti fondamentali dell’hummus. Se trasformato in salsa, può essere utilizzato come condimento per il riso o aggiunto ai frullati.
  24. Chi può vivere senza la hot sauce? La hot sauce, o salsa piccante, può essere utilizzata sulle uova, sulle alette di pollo o su più o meno qualsiasi altra cosa. Esistono centinaia di tipi di hot sauce, ma gli ingredienti fondamentali sono sempre gli stessi: peperoncini, aglio, cipolle, sale e olio. I peperoncini sono originari del Messico e della Bolivia, ed è qui che probabilmente è nata la salsa piccante.
  25. La salsa hoisin è piombata dritta nelle nostre viteQuesta salsa agrodolce è fatta di semi di soia, acqua, farina, aglio e peperoncino. Spesso si associa ai gamberi, al maiale e al pollo ed è un ingrediente fondamentale per l’anatra alla pechinese. La città di Pechino si trova in Cina, da dove probabilmente proviene questa salsa.
  26. La marmellata è dolce e si può spalmare su qualsiasi tipo di paneLa marmellata, dolce e spalmabile, è utilizzata principalmente sul pane tostato e ha una lunga storia. La ricetta più antica della marmellata è comparsa nel primo libro di ricette del I Secolo dC, il De Re Coquinaria (L’arte di cucinare). Da allora è diventata sempre più popolare e diffusa. All’epoca era frutta riscaldata con zucchero o miele. Oggi si può fare o comprare marmellata di tutti i sapori immaginabili.
  27. Il burro di arachidi è nutriente e non va refrigeratoLa pianta di arachidi fu scoperta in Sud America. Qui, la popolazione degli Inca è stata la prima a tritare le arachidi e a farne un burro. Il burro d’arachidi che amiamo e conosciamo oggi è stato creato dal dottor John Harvey Kellog nel 1895, un medico di St. Louis che, a quanto pare, lo usava come supplemento proteico per i suoi pazienti più anziani. Il burro di arachidi fu presentato alla fiera mondiale di St. Louis nel 1904. La ricetta odierna consiste per lo più di arachidi, zucchero e olio e può essere fatta in casa.
  28. Il pesto è un tipico condimento per la pasta, ma può essere usato su tuttoIl pesto nasce a Genova, nell’Italia del XVI Secolo. Comunemente è composto da basilico, pinoli, parmigiano, pecorino e aglio, anche se di recente molti usano anche il cavolo nero, le mandorle e tutta una serie di ingredienti alternativi. Si può usare per condire la pasta, per farcire un sandwich o anche come semplice intingolo.
  29. Una goccia di olio di sesamo sistema tuttoL’uso dell’olio di sesamo risale al 600 a.C. Oggi è utilizzato per la tempura e le fritture, ma aggiunge un tocco particolare a qualsiasi pietanza.
  30. Il riso glutinoso rende il gochujang più gustosoOriginario della Korea, il gochujang è una crema di peperoncini molto particolare. Il riso glutinoso e i peperoncini in polvere gli conferiscono un sapore fresco. Si può usare per marinare la carne o come semplice intingolo piccante.
  31. Se avete il coraggio, provate il VegemiteIl Vegemite è un condimento spalmabile molto popolare in Australia ed è utilizzato principalmente sul pane tostato. È un estratto del lievito di birra e ha fatto la sua comparsa nel 1922. In Australia lo troverete in nove dispense su dieci. Il condimento è ancora oggetto di accese discussioni.
  32. Il miso, una base per diverse pietanzeLe origini del miso risalgono alla Cina del IV Secolo a.C, anche se in Giappone esisteva già da 3 secoli. È fatto di semi di soia fermentati, farina, alcol e sale. È l’ingrediente principale della zuppa di miso. Quando è in forma pastosa può essere utilizzato per marinare la carne o come ingrediente per dolci da forno.
  33. Il Caesar dressing è la chiave per un’insalata perfettaIl Caesar salad dressing non ha niente a che vedere con Giulio Cesare. Tant’è che il famoso condimento è stato inventato in Messico. La leggenda vuole che nel 1924, a Tijuana, il ristoratore Caesar Cardini si accorse che molti americani si spostavano in Messico per sottrarsi al proibizionismo. Il 4 luglio, Cardini creò un condimento con quello che aveva nella sua cucina, di fatto creando il Caesar dressingAl giorno d’oggi, il dressing è di solito fatto con aglio, pasta di acciughe, succo di limone, mostarda, salsa Worcestershire e maionese. Può essere usato come condimento per l’insalata, ma anche nei sandwich e nei wrap.
  34. La steak sauce è A1La steak sauce è normalmente fatta con ketchup, cipolla, aglio, acqua, salsa Worcestershire, succo di limone, aceto e salsa di soia. Come si intuisce dal nome, è usata fondamentalmente per condire le bistecche, ma si adatta bene anche con gli hamburger e i chili. A quanto pare la salsa fu inventata intorno al 1830 da Henderson William Brand, un cuoco alla corte del Re Giorgio IV.
  35. Pancake e sciroppo d’acero: un’accoppiata imbattibileLo sciroppo d’acero sembra fatto apposta per i waffle e i pancake. Le sue origini risalgono a 300 anni fa, ma la storia della sua invenzione è ancora incerta. Poiché lo sciroppo è ricavato direttamente dagli alberi di acero, è probabile che più di qualcuno l’abbia scoperto contemporaneamente. Lo sciroppo proviene quasi sempre dal Vermont, dallo stato di New York o dal Canada.
  36. La panna montata è buona anche da solaIl termine francese per panna montata fu messo per iscritto per la prima volta nel 1692. Il processo per ottenerla era molto più complicato prima del XIX secolo, quando è diventata molto diffusa. Oggi la potete fare in casa mescolando zucchero e panna da montare in una ciotola fredda.
  37. La salsa di ostriche, un complemento della salsa di soiaLa salsa di ostriche è nata per puro caso. Nel 1888 Lee Kum Sheung, un ristoratore del sud della Cina, lasciò una pentola di zuppa di ostriche sul fuoco, che bollendo si trasformò in una salsa. Prepararla a casa può essere un po’ complicato, ma gli ingredienti necessari sono le ostriche, la salsa di soia e il sale. Ai nostri giorni è spesso usata per le fritture o per dare un tocco salato ai piatti di riso.
  38. La panna acida, un condimento rinfrescanteLa panna acida può essere utilizzata praticamente su tutto. È prodotta aggiungendo batteri lattici alla panna. Alcune panne acide vendute nei negozi contengono anche caglio, gelatina, aromi naturali, enzimi vegetali, citrato di sodio e sale. Le sue origini risalgono con ogni probabilità all’Europa dell’est del XX Secolo. Oggi la si può trovare su tutto, dai ravioli ai burrito ed è utilizzata come ingrediente per preparare i biscotti.
  39. Il gravy non è solo Giorno del RingraziamentoIn America il gravy è associato al Giorno del Ringraziamento, ma in realtà può essere utilizzato tutto l’anno. Non sappiamo quali siano le sue origini, ma in fondo si tratta di una salsa molto semplice. Si prepara con farina e brodo di manzo o di pollo. Si può trovare in vendita disidratato e tutto quello che dovete fare è aggiungere dell’acqua. È perfetta come salsa per le patate e la carne.
  40. Tutto ha un sapore migliore con un po’ di burroIl burro è stato menzionato per la prima volta 4.500 anni fa su una tavoletta d’argilla. Era usato principalmente in India e fece il suo debutto nelle cerimonie religiose. È stato usato anche  nell’antica Grecia a fini estetici.  Non è un segreto che il burro si possa usare quasi su tutto, dal pane alle patate alla bistecca.
  41. La salsa currywurst fa da accompagnamento a un piatto tipicoLa salsa di currywurst, come è noto, è solo ketchup e curry. È l’elemento principale di un famoso fast food tedesco chiamato, ovviamente, Currywurst. Il currywurst è una salsiccia fritta inzuppata nella salsa e spesso servita con patatine fritte.
  42. Il cream cheese è ottimo da spalmareIl cream cheese fu inventato probabilmente nel 1872 quando William Lawrence provò a ricreare il Neufchatel (un formaggio francese) ma finì per dare vita alla crema di formaggio. Il formaggio cremoso è fatto con panna, latte e acido lattico e si abbina perfettamente a bagel, panini e altro ancora.
  43. Il chimichurri di solito è verde ma può essere anche rossoQuesta salsa si sposa al meglio con la carne ed è preparata con prezzemolo tritato, aglio tritato, olio d’oliva, origano e aceto di vino rosso. È molto popolare in Argentina e in Uruguay. Anche se la versione verde è la più comune, quando si aggiungono pomodori e peperone, si ottiene il chimichurri rojo.
  44. La salsa hollandaise è amata dai francesiLa hollandaise si ottiene mescolando tuorlo d’uovo, burro, succo di limone, sale e pepe di Cayenna. L’hollandaise arriva dalla Normandia, in Francia ed è menzionata per la prima volta in un libro di cucina del 1651 chiamato The French Cook. Il resto è storia.
  45. L’olio d’oliva: imprescindibileLa storia delle olive è molto lunga. Le loro origini risalgono molto probabilmente a 6.000 anni fa, nel Mediterraneo. Sappiamo che l’olio d’oliva era usato in Spagna, nel Medio Oriente e nel Mediterraneo. Il processo per ottenere l’olio d’oliva è un po’ complicato, ma vi proponiamo la versione semplice: le olive sono (o dovrebbero essere) raccolte a mano, pressate fino ad avere una consistenza pastosa, mescolate con acqua e inserite in un macchinario che elimina la pastosità e e raccoglie il liquido, che poi è raffinato. Oggi si può usare per cucinare, ma è anche un delizioso complemento alla pasta o come condimento per il pane.
  46. La salsa teriyaki si abbina facilmenteSi tende a credere che la salsa teriyaki sia originaria delle Hawaii, in seguito allo stabilirsi degli immigrati giapponesi. Il teriyaki è stato originariamente pensato come un metodo di cottura in Giappone, ma nelle Hawaii pare che la versione iniziale della salsa fosse il frutto dell’unione tra salsa di soia e succo d’ananas. La marinatura è ora preparata con salsa di soia, acqua, zucchero, salsa Worcestershire, aceto, olio, cipolle, aglio in polvere e zenzero.
  47. Lo sciroppo di cioccolato conferisce ulteriore dolcezza al gelatoLo sciroppo di cioccolato fa la sua comparsa come rimedio medico. La polvere di cioccolato della Hershey era mescolata con la medicina per nasconderne il sapore. Era anche usato per alcune malattie perché aggiungeva calorie extra e aveva proprietà simili alla caffeina. Poiché la cioccolata è diventata sempre più popolare all’inizio del XX Secolo, la Hershey ha iniziato a vendere sciroppo di cioccolato (sempre in ambito medico) nelle farmacie, a dosaggio normale o raddoppiato. Alla fine, lo sciroppo di cioccolato divenne noto soprattutto come un dolce. Oggi è usato come topping per il gelato e altri dolci o per fare il latte al cioccolato.
  48. TzatzikiNel dubbio, scegli lo tzatzikiLo tzatziki affonda le sue radici nel Mediterraneo ed è diventato una parte essenziale della cucina greca, turca e persiana. Solitamente è fatto con yogurt, cetrioli, aneto, succo di limone e olio d’oliva. È un condimento perfetto per il gyro e per altre pietanze di carne ed è anche un fantastico intingolo.
  49. L’hummus non è solo un intingoloÈ difficile risalire alle origini precise dell’hummus, ma sappiamo che i ceci provengono dalla Turchia. L’hummus è solitamente servito insieme a piatti medio-orientali e può essere facilmente preparato in casa con ceci, tahini, succo di limone, aglio, cumino, acqua e olio d’oliva. Ci si possono inzuppare la pita o le verdure, ma è anche delizioso come topping per sandwich, piatti di riso e carne.
  50. La ponzu è una salsa salata e poco densa. La salsa ponzu è fatta di 5 ingredienti: salsa di soia, succo e scorza di limone, mirin, katsoubushi e alga kombu. È spesso servita come intingolo ma può essere aggiunta come salsa su molte pietanze. Le sue origini sono un po’ misteriose, ma è probabile che abbia fatto la sua comparsa in Giappone.
  51. Honey Dill, l’unione di ingredienti che non vi aspettateQuesto condimento poco conosciuto proviene da Manitoba, in Canada. È prodotto da Greetalia ed è difficile da reperire altrove. Se volete provare a prepararlo in casa, mescolate della maionese con aneto fresco e miele. Va su tutto, dalle patatine fritte al pollo.
  52. Che gamberi sarebbero senza la salsa cocktail? Nessuno sembra conoscere le origini di questa salsa. L’unico riferimento è della fine del XIX secolo e riguarda Ernest Arbogast del ristorante Palm Court del Palace Hotel di San Francisco, che avrebbe usato una salsa simile a quella che conosciamo oggi su un piatto chiamato ostriche Kirkpatrick. Quella salsa era composta da ketchup, salsa chili, salsa Worcestershire e steak sauce A1. Le ricette odierne prevedono ketchup, rafano, salsa Worcestershire, limone e hot sauce.
  53. La Nutella, una popolare crema spalmabile con cioccolato e noccioleQuesta ricca crema spalmabile è stata creata in Italia durante la Seconda guerra mondiale. Oggi è molto amata in tutto il mondo. È fatta di cioccolato, nocciole, latte scremato e zucchero. Solitamente è utilizzata sul pane o i pancakes, ma molti la mangiano al cucchiaio.
  54. Il miele aggiunge dolcezza a qualsiasi piattoIl miele è un prodotto naturale delle api, e proprio per questo, le persone lo mangiano da più di diecimila anni. Oggi è utilizzato per addolcire il tè, sul pane tostato o in aggiunta ai fiocchi d’avena.

Traduzione a cura di Paola Porciello.