Sapete qual è il ristorante più antico di Roma?

1 Ottobre 2019

Cosa hanno in comune Caravaggio e Keith Richards dei Rolling Stones? Probabilmente poco o nulla, eppure sono stati, almeno una volta, clienti dello stesso ristorante. è il ristorante ad aver dato nome al vicolo Stiamo parlando de La Campana (vicolo della Campana, 18), locale del centro storico di Roma. Spesso i nomi dei ristoranti della Capitale derivano da quelli delle vie, nel caso del vicolo della Campana il percorso pare sia stato inverso. La più remota testimonianza dell’esistenza dell’insegna La Campana è datata 1518. In un manoscritto riguardante le tasse sui fabbricati, si evince che tale Pietro della Campana avesse pagato 6 scudi per il suo immobile che al tempo, non era soltanto osteria ma anche stazione di posta e albergo (fu così fino all’ottocento).

La Campana oggi

La storia del locale è l’oggetto dell’accurata ricerca di Manuela Maggi, che si è tradotta in una piccola ma dettagliata pubblicazione intitolata “Il ristorante più antico di Roma”. La Campana dagli inizi del ‘900 è gestita dalla famiglia Trancassini, originaria di Leonessa. La porta è tempestata dalle vetrofanie delle più prestigiose guide gastronomiche, le quali consigliano questo indirizzo sia per i sapori della tradizione capitolina che per l’atmosfera che vi si respira.

La clientela

Dicevamo di clienti illustri. La lista potrebbe essere lunghissima ma la presenza più poetica è stata senza dubbio quella di Goethe. Qui lo scrittore tedesco nel 1787 incontrò Faustina, figlia dell’oste dell’epoca, e cantò l’episodio nelle sue Elegie Romane. La vicinanza dei palazzi della politica ha fatto sì che La Campana diventasse meta abituale di importanti personaggi delle istituzioni. Da Monicelli a Fellini, anche il mondo del cinema ha avuto modo di apprezzare le ricette di casa Trancassini. Oltre a vip del passato e attuali, vi è poi uno zoccolo duro di clienti abituali: gente che vive nel rione o che vi lavora, esponenti di quella borghesia romana avvezza ad una certa ripetitività rituale nell’andare a mangiare fuori. Un esempio curioso è il cosiddetto tavolo degli architetti, gruppo di professionisti che si ritrova qui da anni, puntualmente ogni venerdì.

Cinquecento anni di storia

Per celebrare i (primi) 500 anni de La Campana, la famiglia Trancassini ha chiesto proprio ai clienti più affezionati di raccontare aneddoti legati al loro ristorante preferito. Ne è scaturito un volume ricco di testimonianze, alcune molto personali, altre che invece riportano ancora una volta episodi legati a personaggi noti.

Alla conquista del Guinness

Che La Campana sia, non solo il ristorante, ma addirittura l’attività commerciale più antica di Roma e dintorni è un dato certo, supportato da un riconoscimento rilasciato dalla Provincia nel 2009. Il prossimo passo sarà la conquista del Guinness mondiale. La documentazione è stata già inviata, non ci resta che attendere il responso.