Mangiato da noi: Perfecto, gelato artigianale confezionato

19 Maggio 2020

Coniugare la qualità di un gelato realizzato con metodo artigianale, con la praticità innegabile di quello confezionato. un gelato che coniuga produzione artigianale e gdo È l’obiettivo di Perfecto, il gelato ideato da Gelsana, azienda romana che vede coinvolti il maestro gelatiere Stefano Ferrara (Pinguino Gelateria Naturale), il dottor Flavio Di Gregorio, da anni impegnato nell’educazione alimentare e l’imprenditore Daniele Frasca. A rendere ancor più ambizioso il loro progetto, non solo la scelta di rinunciare a emulsionanti e conservanti, ma anche quella di ridurre le calorie senza compromettere il gusto. In attesa che arrivi nei banchi frigo dei supermercati, abbiamo testato in anteprima Perfecto.

Ingredienti

La lista degli ingredienti è cortissima: pochi grassi, un unico tipo di zucchero e come addensante solo farina di semi di carruba. Il resto è costituito da materie prime d’eccellenza (tra cui il Latte Nobile), fornite da aziende attentamente selezionate. I primi quattro gusti sono: vaniglia, nocciola, pistacchio e cioccolato fondente. Da notare che solo i primi due sono a base di latte.

Gusto

Mettendo da parte il più possibile le preferenze personali, questo è il risultato della prova di assaggio.

Vaniglia. Bianco ma non candido, con puntini neri che rivelano la presenza di bacche di vaniglia di Tahiti, evidente anche al naso, dove fanno però capolino pure sentori di latte caldo. Al gusto risulta dolce, la parte lattica è persistente, mentre al retrolfatto tornano le note di vaniglia. La bassa concentrazione di grassi regala una buona pulizia palatale e una consistenza leggera ma comunque setosa.

Nocciola. Si presenta di color beige chiaro, a livello olfattivo i sentori di nocciola dominano senza eccessi di tostato e pongono in secondo piano quelli di latte fresco, comunque distintamente percepibili. Al gusto, dolcezza moderata ma si potrebbe osare ancora di più. Aromi di nocciola che tornano piacevolmente, mentre al palato la sensazione è vellutata.

Pistacchio. Verde tenue con piccolissimi puntini marroni. Al naso colpiscono evidenti sentori di tostato che si confermano all’assaggio, dove tuttavia cedono il passo a un deciso sapore di pistacchio. Sorprendente la consistenza cremosa, se si pensa che si tratta di un prodotto realizzato senza latte. Altra nota di merito una discreta profondità aromatica e l’assenza di derive mandorlate, troppo spesso riscontrabili nei gelati al pistacchio.

Cioccolato fondente. Il cioccolato Domori della Costa D’Avorio è l’ingrediente principale di questo gusto, realizzato senza aggiunta di latte. Si presenta marrone chiaro con una buona spatolabilità. Timidi sentori di cacao al naso, decisamente più appagante l’esperienza gustativa, di notevole persistenza. Corposo, quasi masticabile, lascia sui denti una patina farinosa che viene tuttavia ripulita dalla salivazione attivata dalla leggerissima (e gradita) acidità.

Conclusioni

Perfecto convince e supera la prova di degustazione. Dovendo azzardare una classifica, è difficile scegliere tra Cioccolato e Pistacchio che sembrano un passo più avanti rispetto ai due gusti realizzati con il latte (nocciola e vaniglia). La dolcezza contenuta risulterà apprezzabile soprattutto dai palati già abituati a prodotti che lasciano intenzionalmente maggior spazio alle materie prime. Tuttavia anche chi gradisce qualche zucchero in più non avrà difficoltà di approccio. In definitiva, grazie alla distribuzione presso la GDO, Perfecto può rappresentare una buona soluzione per chi vuole sempre avere a casa una scorta di buon gelato artigianale.

I Video di Agrodolce: kamikaze