Dove mangiare durante il Lucca Comics

28 ottobre 2014

Dal 30 ottobre al 2 novembre Lucca cambia volto: i vicoli medievali si colorano di fumetti e videogiochi, le strade romane vengono percorse da appassionati allegri e con zaini pieni di acquisti. Dal 1966, in varie forme e denominazioni, nella cittadina toscana si organizza il Lucca Comics & Games: festival internazionale del fumetto, del cinema d’animazione, dell’illustrazione e del gioco. Mostre, incontri ed eventi per l'edizione 2014 del Lucca ComicsIn una società dove l’aspetto ludico è sempre più presente in ogni attività, il festival da anni gode di una crescente partecipazione: nel 2013, i visitatori sono stati oltre 300.000, conteggiando sia chi è entrato nei padiglioni per acquistare le novità editoriali, sia chi si è limitato a passeggiare sui bastioni godendosi l’atmosfera di festa e i cosplay che interpretano personaggi di film e fumetti. Quest’anno la manifestazione occupa come di consueto diverse piazze collocate in tutto il centro città.

cosplay

Che partecipiate indossando i panni di Rat Man o solo per assistere alle presentazioni con Chef Rubio del fumetto Food Fighters e del nuovo reality I re della griglia (entrambe in programma domenica), in quattro giorni vi verrà fame e, fidatevi, i noodles istantanei in vendita agli stand non saranno sufficienti a saziarvi. Anche perché Lucca, ai confini della Garfagnana e a pochi chilometri dalla Lunigiana, si trova in una fortunatissima posizione gastronomica, certamente non vorrete perdervi le golosità dolci e salate in vendita nelle botteghe della città. Durante i giorni del festival dovrete però muovervi in maniera organizzata, o rischierete che la folla vi consenta di entrare in un bar solo nel momento in cui anche l’ultimo panino sarà stato venduto.

Colazione

taddeucci

Per affrontare le giornate piene di presentazioni, mostre e acquisti è importante cominciare con una buona colazione. Il buccellato di Lucca, pane dolce con uvetta e anice, lo si compra tradizionalmente da Taddeucci (piazza San Michele 34); ma qui potete optare anche per il panforte, per i cantuccini e per altri pezzi dolci da gustare con caffè o cappuccino. Nella pasticceria Pinelli (via Beccheria 28), si ordina invece un macchiatone (caffè macchiato in tazza grande) e lo si accompagna con una fetta di torta coi becchi al cioccolato, all’amaretto o alle verdure: si tratta di una frolla dalle caratteristiche incisioni, con un ripieno profumato e dolce (anche per la variante con bietola e spinaci).

Pranzo veloce

la grotta

Dopo gli zuccheri della mattina e i primi giri per la città, è bene pensare al pranzo. Se non volete trovarvi in fila con moltissimi altri fra le 12 e le 14, potreste acquistare in anticipo il panino farcito con una delle 60 diverse combinazioni proposte da Pan di strada (corso Garibaldi 32): mozzarella e cipolle rosse, acciughe e crema di carciofi, pecorino e porchetta. Alla Pizzicheria La Grotta (via dell’Anfiteatro 2) – dal 1865 in attività – si utilizzano solo specialità locali: prosciutto e salsiccia di cinghiale, Mondiola e Biroldo della Garfagnana da racchiudere in una morbida focaccia della casa. Per ripieni un po’ più complessi, come quello con fegatini di pollo o con la salsiccia cruda, potete rivolgervi alla Polleria Volpi (via San Paolino 42): passate a ordinare la sera prima o al mattino e ritirate poco prima dell’ora di pranzo. Cercate quindi un angoletto per godervi il meritato pasto: in caso di pioggia il porticato all’interno del cinquecentesco Palazzo Ducale sarà un’affascinante scenografia, mentre i prati sui bastioni sono il punto di osservazione ideale per le ricostruzioni storiche e le complesse partite di giochi di ruolo dal vivo.

Ristoranti tradizionali

buca sant'antonio

Conquistato l’ultimo numero di Dylan Dog in edizione speciale e ottenuto l’autografo dal disegnatore-star del momento, alla sera vorrete probabilmente sedervi per un pasto rilassante. La condizione necessaria è che vi siate ricordati di prenotare: i numerosissimi ristoranti di Lucca durante il Comics registrano spesso il tutto esaurito. La scelta è comunque vasta: se volete gustare le specialità tradizionali, non dovreste mancare una visita all’antica ed elegante Buca di Sant’Antonio (via della Cervia 1/5), in attività almeno dal 1782. Ma anche alla più recente Locanda Buatino (via Borgo Giannotti 508) potrete trovare dell’ottima zuppa di farro, i tipici tordelli di carne, i salumi e i formaggi locali. L’Osteria La Tosca (piazza Cittadella 8) deve il suo nome alla famosa opera di Giacomo Puccini, fra i lucchesi più noti, e propone piatti tradizionali come la garmugia, zuppa con fave, carciofi e salsiccia, presentati con cura in un ambiente raccolto e colorato.

Cena gourmet

butterfly

Se cercate qualcosa di più raffinato, spostatevi nella parte orientale del centro storico: Port Ellen Clan (via del Fosso 120) è diventato noto in pochi anni non solo per l’ampia scelta di whisky, ma anche per i piatti dall’impronta creativa. Gli ingredienti sono immancabilmente quelli del territorio: l’uovo in camicia si appoggia sulla crema di rapa e sulla salsiccia locale, il pollo ruspante si cuoce a bassa temperatura con i funghi gallinacci e le patate schiacciate. Bisogna invece uscire dalle mura per raggiungere l’esperienza stellata del Butterfly (a Marlia, civico 192 della strada statale 12): l’atmosfera curata del casolare ottocentesco, in cui si servono eleganti piatti di carne e pesce, vale il viaggio. Ricordate però di non fare troppo tardi: non potete mancare l’appuntamento informale di piazza Anfiteatro, un tempo sede di esibizioni romane e oggi luogo di ritrovo notturno per tutti i fumettisti che alloggiano in città.

Clicca qui per visualizzare la mappa

I commenti degli utenti