Qual è la differenza tra pancetta e bacon?

12 luglio 2015

Spesso usiamo i termini pancetta e bacon come sinonimi: il primo per i puristi della lingua, il secondo appannaggio degli anglofoni; in realtà si tratta di due prodotti differenti, che meritano alcune precisazioni. La pancetta si ottiene rifilando la pancia dei suini, che è poi salata, speziata e lasciata a riposo. A seconda delle dimensioni e della ricetta (può essere stesa, arrotolata o steccata), la stagionatura vera e propria dura dai 50 ai 120 giorni; non subisce nessuna stagionatura nel caso dei semilavorati, come pancetta affumicata o cubetti pronti per le salse.

bacon

Il bacon richiede invece una diversa preparazione; anzitutto, non si usa necessariamente la pancia del suino (basti pensare che il nome deriva dal termine antico bacoun: il posteriore del maiale): si possono sfruttare altri tagli, quali schiena, lombi, gola, fianchi; in secondo luogo, la carne deve essere lasciata in salamoia. Dopo essere stata essiccata (il processo può durare anche alcuni mesi), è cotta in forno, al vapore, oppure bollita o affumicata.

Pancetta

La pancetta rappresenta una produzione gastronomica diffusissima in Italia, con molte varianti regionali (quelle di Calabria e Piacentina vantano la Denominazione d’Origine Protetta); il bacon è un salume caratteristico del mondo anglosassone (si pensi alla tipicissima colazione all’inglese), ma è apprezzato anche in Cina e Corea.

I commenti degli utenti