Home Cibo Fagiolini: dal Sud America alla tua tavola, scopri tutte le curiosità

Fagiolini: dal Sud America alla tua tavola, scopri tutte le curiosità

di Nadine Solano 27 Giugno 2024 09:10

Leggeri ma gustosi, ricchi di proprietà benefiche e molto versatili in cucina, i fagiolini piacciono a molti. Sono legumi primaverili/estivi e possono essere consumati in moltissimi modi. Vi sveliamo alcune curiosità sulla loro origine, sui loro effetti benefici e sulle combinazioni che permettono di ottenere piatti magnifici.

I fagiolini sono ortaggi leggeri e delicati, ipocalorici ma ricchi di gusto. Anche versatili: si abbinano perfettamente a molti ingredienti e diventano protagonisti di ottimi piatti sia freddi che caldi. A tutto questo si aggiungono numerose proprietà benefiche. Favoriscono la diuresi grazie al loro elevato contenuto di acqua; sono buone fonti di vitamina A, C, vitamine del gruppo B, sali minerali e fibre alimentari. Ma anche di sostanze antiossidanti come il betacarotene e la luteina.

Curiosità sui fagiolini

E se vi dicessimo che ci sono altre cose da sapere su questi virtuosi ortaggi? Curiosità e informazioni che consentono di apprezzarli ulteriormente e li rendono anche più affascinanti.

Le origini e il ruolo di Cristoforo Colombo

I fagiolini sono originari del Sud America, nelle Ande li coltivavano già nel 6.000 a.C. A portarli in Europa fu Cristoforo Colombo alla fine del Quattrocento. Secondo alcuni documenti la coltivazione in Italia, in Grecia e in Turchia cominciò nel 17esimo secolo.

Si mangiavano essiccati

Fagiolini

Per migliaia di anni è rimasta assai diffusa l’usanza di mangiare i fagiolini non tanto freschi, quanto essiccati dopo la raccolta. L’uomo ha subito intuito che sono dotati di ottime capacità di conservazione.

Usi alternativi

Fagiolini

Altrettanto lungo è stato il tempo in cui il decotto di fagiolini ha conservato un posto tra le soluzioni utilizzate nella medicina popolare per curare reumatismi, patologie cardiache e altri disturbi.

Stagionalità

In Italia, la stagionalità dei fagiolini va da maggio a settembre. Ma nel Bel Paese arrivano anche le primizie, tra marzo e aprile, direttamente dal Nordafrica.

Finti ortaggi

La botanica parla chiaro: i fagiolini sono legumi. Ma poiché si consuma l’intero baccello, e anche per via delle loro caratteristiche nutrizionali, ormai da tempo vengono assimilati agli ortaggi. E definiti tali.

Perché si chiamano Fagioli mangiatutto

I fagiolini sono conosciuti anche come cornetti e mangiatutto. Il primo soprannome è chiaramente ispirato alla loro forma; il secondo indica proprio la loro peculiarità come legumi, ovvero il fatto che si mangiano interi, senza bisogno di sgranarli.

Le diverse varietà

Esistono tanti tipi di fagiolini. I più comuni, quelli che tutti conosciamo, hanno un baccello verde dalla forma allungata e piuttosto sottile. Ma la natura regala – per esempio – anche varietà piatte e di colore giallo, come il Meraviglia di Venezia, o viola scuro come il Trionfo violetto e il Purple Queen. Ci sono piante nane, che non superano i 60 cm di altezza, e altre rampicanti che si elevano per diversi metri. Fagiolini lunghissimi come quelli di Sant’Anna e striati come il Bobis d’Albenga. Tra le varietà più diffuse in Italia troviamo il Boby verde, coltivato da Nord a Sud.

Come capire se i fagiolini sono buoni

Non è difficile individuare i fagiolini freschi e di qualità. Innanzi tutto consigliamo di selezionare quelli non troppo spessi, perché sono più teneri e hanno un filo laterale molto sottile. Minimo. Il filo laterale, se più consistente, in fase di pulizia dev’essere eliminato perché non si ammorbidisce con la cottura. E non è affatto gradevole.

Ma andiamo avanti. I piccioli dei fagiolini migliori – quando presenti – hanno lo stesso colore del baccello. Quindi, per esempio, sono verdi. Le estremità risultano sode, come i baccelli stessi. Per capire se siano più o meno freschi, basta piegare i fagiolini. Se si spezzano in un colpo solo, la freschezza è assicurata; la prova contraria si ha quando risultano flessibili e non si rompono facilmente.

Preziosi durante la gravidanza

I fagiolini sono preziosi alleati durante la gravidanza, per più di un motivo. Poiché contengono acido folico, aiutano a prevenire il rischio di malformazioni del feto. Essendo ricchi di fibre, inoltre, si rivelano ottimi contro la costipazione (disagio molto diffuso tra le donne incinte). Ricordiamo inoltre che sono poveri di calorie, quindi perfetti per gli attacchi di fame che possono risultare frequenti nei mesi dell’attesa.

Benefici per la salute

Oltre a possedere proprietà diuretiche, i fagiolini sono una buona fonte di antiossidanti, che aiutano a combattere i radicali liberi e a prevenire l’invecchiamento cellulare. Contengono fibre che favoriscono la digestione e aiutano a mantenere il senso di sazietà, rendendoli utili per chi segue diete ipocaloriche. I sali minerali presenti nei fagiolini, come potassio e magnesio, contribuiscono al mantenimento dell’equilibrio idrico dell’organismo e supportano la salute cardiovascolare.

Consigli per la conservazione

Per mantenere i fagiolini freschi più a lungo, è consigliabile conservarli in frigorifero, avvolti in un panno umido o in un sacchetto di plastica perforato. In questo modo, possono durare fino a una settimana. Se avete raccolto o acquistato una grande quantità, potete anche congelarli: sbollentateli per un paio di minuti, raffreddateli in acqua ghiacciata, asciugateli bene e riponeteli in sacchetti per congelatore. In questo modo, potrete avere sempre a disposizione fagiolini freschi e gustosi, pronti per essere utilizzati in qualsiasi ricetta.

Versatilità in cucina

I fagiolini sono estremamente versatili e possono essere utilizzati in una grande varietà di ricette, sia calde che fredde. Sono ideali per preparare contorni leggeri, insalate estive, zuppe e piatti unici. Grazie al loro sapore delicato, si abbinano perfettamente a ingredienti come pomodori, patate, tonno, legumi e formaggi freschi. Possono essere saltati in padella, bolliti, cotti al vapore, gratinati al forno. Proprio la loro versatilità li rende un ingrediente prezioso per chi desidera variare la propria dieta con piatti sani e gustosi.

Come cucinarli al meglio

Fagiolini

Per ottenere il massimo dai fagiolini, è importante cuocerli correttamente. La cottura al vapore è una delle migliori opzioni, poiché preserva le proprietà nutrizionali e il sapore. Se preferite bollirli, fatelo in abbondante acqua salata per pochi minuti, fino a quando diventano teneri ma ancora croccanti. Dopo la cottura, immergeteli in acqua ghiacciata per mantenere il loro colore verde brillante. Potete anche saltarli in padella con olio d’oliva, aglio e peperoncino per un contorno saporito e semplice da preparare. E poi? Ecco una selezione di ricette a base di fagiolini!

 

 

Primi piatti con fagiolini

Diciamo la verità: quando si tratta di primi piatti, la pasta con i fagiolini non è di certo la prima cosa che viene in mente. Invece dovremmo cambiare rotta, perché ci sono ricette davvero gustose tra cui scegliere. Per esempio la pasta e fagiolini alla siciliana, che conquista con il suo sapore mediterraneo; oppure quella con fagiolini e patate. E avete mai provato il pesto di fagiolini, la combo fagiolini+tonno, gli abbinamenti con la salsiccia e i funghi porcini?

  1. Pasta e fagiolini alla siciliana

    La pasta con fagiolini alla siciliana è un primo soddisfacente e saporito, un gustoso escamotage per consumare un quantitativo contenuto di pasta insieme a un discreto contenuto di ortaggi per un risultato saporito e dal grande potere saziante. Si tratta di una preparazione povera, che fa parte della tavola di tutti i giorni e che mette insieme pasta e ortaggi creando un piatto estremamente saporito con la consueta sapienza siciliana.

    Leggi la ricetta "Pasta e fagiolini alla siciliana"
  2. Pasta fagiolini e patate

    La pasta fagiolini e patate è un primo piatto ricco e sostanzioso, perfetto per essere servito sia caldo che freddo. Preparatela per un pranzo fuori casa o per una cena informale: vi darà grande soddisfazione in ogni caso. Che aspettate allora a mettervi ai fornelli?

    Leggi la ricetta "Pasta fagiolini e patate"
  3. Tagliatelle rustiche con pomodoro, fagiolini, salsiccia e porcini: primo piatto ricco

    Le tagliatelle rustiche con pomodoro, fagiolini, salsiccia e porcini sono un primo piatto rustico e molto saporito. Ricordano il sapore ricco delle trattorie di una volta e sono perfette per i giorni più rigidi di primavera in cui si sente il bisogno di un pasto avvolgente e caldo. Per un risultato ottimale usate i funghi di stagione, ma potete usare anche quelli congelati, preferibilmente interi. Usate il tipo di salsiccia che preferite, dalla luganica ai verzini alla mantovana, purché sia fresca e di buona qualità, chiedete consiglio al vostro macellaio di fiducia per non sbagliare e in cottura lasciatela in pezzi non troppo piccoli in modo da coglierne tutto il sapore e la consistenza. I fagiolini aggiungono croccantezza e sapore a questa pasta già ricca, completando questo piatto rendendolo un buon piatto unico ideale al pranzo della domenica o da offrire ai vostri ospiti.

    Leggi la ricetta "Tagliatelle rustiche con pomodoro, fagiolini, salsiccia e porcini: primo piatto ricco"
  4. Fusilli al pesto di fagiolini e crescenza

    I fusilli al pesto di fagiolini e crescenza sono un primo piatto delicato e molto colorato adatto ad un pranzo informale in famiglia. I fagiolini sono un legume molto versatile per il loro sapore delicato che li rende adatti a molti accostamenti e preparazioni. Ne esistono di diversi colori, dal giallo al viola, sono poco calorici e contengono una grande quantità di nutrienti che li rendono un vero toccasana per il nostro organismo. Potete provare innumerevoli varianti di questo pesto sostituendo la crescenza, dolce e delicata, con un formaggio dal sapore più deciso o semplicemente con un mix di parmigiano e pecorino. L'importante per una buona riuscita del piatto è scegliere sempre ingredienti freschi e di stagione in modo da trarre il meglio delle loro proprietà nutrizionali e organolettiche.

    Leggi la ricetta "Fusilli al pesto di fagiolini e crescenza"
  5. Pasta al tonno, fagiolini con polvere di limone

    La pasta al tonno con fagiolini è un primo piatto fresco, una ricetta estiva, ma non solo adatta alle cene tra amici o per un pranzo veloce. Per la nostra ricetta come formato di pasta abbiamo scelto i fusilli: scegliete il formato di pasta che preferite, corta, lunga oppure integrale per dare maggiore carattere al piatto. Abbiamo condito la pasta con fagiolini freschi sbollentati e poi ripassati in padella con uno spicchio d'aglio. Alle verdure abbiamo aggiunto il tonno: abbiamo utilizzato filetti di tonno all'olio d'oliva ma potete utilizzare il tonno al naturale. In ogni caso, consigliamo di servirvi di filetti piuttosto grandi conservati in vetro. Se preferite potete usare del tonno fresco: tagliatelo a dadini e saltatelo in padella con i fagiolini. Completate questo primo piatto con la scorza grattugiata di due limoni: scegliete sempre limoni non trattati, sulla cui buccia si presenta più aromatica. Potete servire il vostro primo piatto con qualche foglia di menta fresca.

    Leggi la ricetta "Pasta al tonno, fagiolini con polvere di limone"

Secondi piatti con fagiolini

Prendete nota: i fagiolini si sposano benissimo con la carne di pollo. Dimostrazioni assai intriganti sono gli involtini di pollo e fagiolini e il curry di pollo e fagiolini. Bene anche l’accoppiata con le uova, vi suggeriamo una ricetta semplice e leggera ma davvero gustosa. E proponiamo anche uno sformato con la besciamella, che molto probabilmente vi stupirà!

  1. Sformato di fagiolini con besciamella

    Lo sformato di fagiolini può essere un contorno o un secondo piatto vegetariano dal sapore delicato. Semplice da preparare è un piatto ideale per tutta la famiglia ed è perfetto anche per un picnic o il pranzo in ufficio. Scegliete fagiolini freschi in modo che risultino croccanti anche dopo la cottura. Besciamella, parmigiano e uova sono gli ingredienti necessari per il ripieno cremoso e se volete arricchirlo potete aggiungere taleggio o gorgonzola, speck o pancetta affumicata. Una volta cotto in forno può essere conservato nel congelatore per circa 6 mesi.

    Leggi la ricetta "Sformato di fagiolini con besciamella"
  2. Involtini di pollo e fagiolini: da fare in padella

    Gli involtini di pollo e fagiolini sono un secondo piatto semplice, sfizioso e gustoso da preparare. Si realizzano con delle fettine di pollo insaporite con della senape mescolata allo yogurt, all'interno vengono inseriti dei fagiolini cotti, poi vengono arrotolati su se stessi e avvolti da una fettina di saporito speck e infine fermati con degli stuzzicadenti. È un piatto molto saporito e goloso perfetto per tutta la famiglia, potete poi scegliere se cuocere gli involtini in padella, come in questo caso, oppure in forno ed ottenere così un aspetto più croccante e dorato. Il segreto per realizzare questi involtini di pollo e fagiolini è quello di utilizzare delle fettine sottili di pollo, potete acquistarle già fini oppure potete batterle voi con un batticarne. Se non amate il pollo potete utilizzare anche il tacchino o il maiale. Essendo un piatto molto versatile potete farcire e avvolgere gli involtini in base ai vostri gusti o a quello che avete a disposizione in frigorifero. Potete farcirli infatti anche con del formaggio dolce o piccante e avvolgerli con avanzi di salumi come porchetta, pancetta, salame. Serviteli accompagnati da una fresca insalata di stagione, oppure con le classiche patate al forno. Una volta pronti si conservano in frigorifero per circa 2 giorni, oppure potete scegliere di congelarli in vaschette per alimenti. Per cucinarli in un secondo momento.

    Leggi la ricetta "Involtini di pollo e fagiolini: da fare in padella"
  3. Curry di pollo e fagiolini

    Il curry di pollo e fagiolini è un secondo piatto ricco di sapori da preparare per una cena tra amici. La carne di pollo viene fatta prima insaporire con le spezie in padella e poi lasciata cuocere a fuoco lento nel latte di cocco. Questo rende il pollo saporito e tenero al tempo stesso, impregnato di tutti i sapori aggiunti. Potete rendere più o meno piccante la ricetta a seconda dei gusti, omettere il concentrato di pomodoro o aggiungere altri ingredienti come lo zenzero; per una versione ricca e sostanziosa aggiungete verdure miste come patate, carote e zucchine, ma a seconda del periodo potete aggiungere quelle che preferite. Per presentare il curry di pollo e fagiolini in tavola come piatto unico, accompagnatelo con riso pilaf da condire con la salsa del pollo. In caso non riusciate a trovare la pasta di curry, va bene anche quello in polvere: in questo caso aggiungetene un cucchiaino e mezzo in padella prima di aggiungere il latte di cocco.

    Leggi la ricetta "Curry di pollo e fagiolini"
  4. Fagiolini con le uova, cucina vegetariana

    I fagiolini con uova sono un secondo piatto davvero gustoso. È una ricetta semplice e rapida da preparare. I fagiolini andranno prima cotti al vapore per qualche minuto, poi saltati in padella con cipolla e infine resi cremosi da una crema di uova sbattute con pepe e parmigiano. Utilizzando il metodo della carbonara e sfruttando il calore dei fagiolini per la cottura delle uova. Scegliete dei fagiolini possibilmente freschi e di stagione, dal baccello turgido, di un colore verde brillante e possibilmente senza ammaccature. Se invece volete provare questa ricetta fuori stagione, potrete utilizzare i fagioli surgelati. Questi fagiolini con uova sono molto versatili ed è possibile arricchirli, ad empio, aggiungendo in padella dei cubetti di pancetta o speck. In questo modo otterrete un piatto unico davvero saporito. Se non amate le uova cremose, o siete intimoriti dalla eventuale contaminazione batterica, potete aggiungerle in padella e proseguire la cottura a fiamma vivace per un paio di minuti al massimo. Per un gusto più aromatico potete aggiungere prezzemolo fresco a fine cottura.

    Leggi la ricetta "Fagiolini con le uova, cucina vegetariana"

Insalate con fagiolini

La primavera e l’estate sono le stagioni dei fagiolini, di conseguenza possiamo approfittarne per preparare svariate insalate. Light oppure più corpose, a seconda di quello che ci va. Questi speciali legumi sono molto versatili, bisogna ribadirlo. Giusto per fare qualche esempio a proposito di insalate, formano abbinamenti vincenti con le patate, i pomodori, i fagioli bianchi, le zucchine. Cosa aspettate a provare?

  1. Insalata di patate e fagiolini, ricca e nutriente

    Con l'arrivo delle belle giornate e del caldo aumenta il desiderio di mangiare cibi freschi, appetitosi e semplici da cucinare. L'insalata di patate e fagiolini è un contorno ideale da preparare durante la stagione estiva. Il piatto, in realtà, si può servire anche come antipasto, in quantità moderata, e rappresenta una valida soluzione come pranzo da consumare in ufficio oppure per un pic nic in spiaggia. La ricetta è molto semplice e uno dei segreti per una buona riuscita del piatto è nella giusta contrapposizione tra la morbidezza delle patate e la croccantezza dei fagiolini che devono restare al dente.

    Leggi la ricetta "Insalata di patate e fagiolini, ricca e nutriente"
  2. Insalata fagiolini, pomodori e tonno

    L'insalata di fagiolini, pomodori e tonno è una ricetta semplice e gustosa, ideale da preparare nel periodo estivo. In questa stagione i fagioli giungono a maturazione e si presentano sodi e piccoli. Scegliete patate di medie dimensioni a pasta gialla, meno farinose e perfette per le insalate.

    Leggi la ricetta "Insalata fagiolini, pomodori e tonno"
  3. Insalata di fagioli cannellini, rossi e fagiolini

    L'insalata di fagioli è un piatto della cucina vegana e vegetariana. Nonostante il basso contenuto calorico, l'insalata di fagioli può essere consumata come pasto unico grazie ai nutrienti, quali proteine, carboidrati e vitamine, apportati dai legumi e le verdure. Per preparare la nostra insalata di fagioli, a base di borlotti e cannellini, è necessario cuocere le due tipologie di legume separatamente: i fagioli borlotti impiegano circa dieci minuti in più a cuocersi. Inoltre, se prima di disporre i fagioli in pentola ponete sul fondo un poco di bicarbonato, non sarà necessario lasciare i fagioli in ammollo per una notte intera. Oltre ai fagioli, la nostra insalata prevede l'aggiunta di fagiolini, pomodorini datterini e pomodori secchi, ma a seconda delle stagioni potete arricchire questa insalata con le verdure che preferite. Se non seguite alcun regime alimentare alternativo, potete aggiungere alla vostra insalata poco tonno, qualche tocchetto di prosciutto oppure bacon croccante tagliato grossolanamente.

    Leggi la ricetta "Insalata di fagioli cannellini, rossi e fagiolini"
  4. Insalata di fagiolini e feta

    L’insalata di fagiolini, realizzata con feta, noci e pomodori secchi è un contorno perfetto per la stagione calda: è un piatto completo, fresco e leggero da preparare. I fagiolini, nonostante siano legumi, hanno molte caratteristiche che li accomunano agli ortaggi, a differenza di fave, fagioli e piselli, dei fagiolini si consumano semi e baccello. I fagiolini, rispetto agli altri legumi, sono molto poveri di calorie, hanno un gusto fresco e si cuociono in poco tempo. Quando li acquistate controllate che abbiano il baccello integro, duro e sodo, di un colore verde brillante. L’insalata di fagiolini si presta a essere arricchita con numerosi ingredienti. In questa ricetta proponiamo feta, sapida e cremosa, gherigli di noce che donano croccantezza e pomodori secchi per conferire un gusto deciso. Provate ad aggiungere cipolle rosse crude e pane tostato per rendere questo contorno ancora più gustoso e nutriente.

    Leggi la ricetta "Insalata di fagiolini e feta"
  5. Insalata di calamari: arriva l'estate

    L'insalata di calamari bolliti è un secondo piatto - proposto spesso come antipasto - a base di pesce. Semplice ma saporita, la pietanza vanta numerose varianti ma quella che vi proponiamo oggi è la versione base, che potete comunque decidere di utilizzare come punto di partenza da arricchire con uno degli ingredienti che vi consigliamo sotto. Insieme ad una fetta di pane e ad un contorno di verdure, rappresenta un'idea perfetta per una cena leggera e nutriente.

    Leggi la ricetta "Insalata di calamari: arriva l'estate"

Contorni con fagiolini

Anche semplicemente conditi con olio di oliva e sale, i fagiolini magnifici. Ma c’è da aggiungere che con i pomodori creano un connubio di gran successo, che passa attraverso differenti combinazioni in fatto di contorni. Nel caso dei fagiolini in umido, per esempio, si aggiungono anche le patate e si ottiene così un piatto salutare e ricco. Un’altra dritta: conservate i fagiolini sott’olio, così per tutto l’anno avrete a disposizione un contorno impeccabile e già pronto.

  1. Fagiolini al sugo

    I fagiolini al sugo rappresentano la ricetta che fa per voi se siete stanchi di gustare questi tipici ortaggi estivi sempre allo stesso modo. Ovvero, saltati in padella con aglio e olio. In questa preparazione, i fagiolini vengono cotti in un gustoso sugo di pomodoro diventando non solo un contorno versatile, ma anche un possibile condimento per la pasta. Si tratta di una pietanza molto comune nell'ambito della cucina contadina: in molte famiglie, i fagiolini venivano raccolti freschi dall'orto e cucinati con pomodori maturi, anche questi coltivati con le proprie mani. Tipico esempio di come dalla qualità delle poche e povere materie prime utilizzate possano venire fuori piatti insuperabili.

    Leggi la ricetta "Fagiolini al sugo"
  2. Fagiolini in umido con patate, contorno leggero

    I fagiolini in umido sono un contorno leggero, economico, sano e molto semplice da preparare. Perfetti per chi segue un'alimentazione vegetariana e vegana, ricchi di acqua e poveri di proteine e carboidrati, i fagiolini in umido sono ideali da servire anche come piatto unico accompagnato dal pane. Il segreto della bontà di questa ricetta è dato dall'unione perfetta tra la dolcezza dei fagiolini e la nota di acidità tipica del pomodoro. In commercio sono disponibili fagiolini freschi e surgelati: se optate per quelli freschi, controllate che siano sodi, croccanti, verdi e privi di macchie scure. Per un contorno sostanzioso unite patate o se volete conditeci la pasta.

    Leggi la ricetta "Fagiolini in umido con patate, contorno leggero"
  3. Fagiolini sottolio: conserve estive

    I fagiolini sottolio sono un contorno semplice e molto versatile, che si adatta bene a secondi piatti di pesce. Questi legumi sono indicati per chi segue regimi alimentari ipocalorici in quanto il loro apporto calorico è notevolmente basso, ma sono ricchi di vitamine A e C, sali minerali e fibre, nonché hanno proprietà antiossidanti e aiutano a rafforzare il sistema immunitario. Nel conservare i fagiolini sottolio si può procedere formando vasetti al naturale, oppure insaporirli con spicchi d'aglio, peperoncino o erbe aromatiche; a seconda dei gusti si può aggiungere anche poco aceto all'acqua in cui vengono sbollentati per avere un sapore più deciso.

    Leggi la ricetta "Fagiolini sottolio: conserve estive"