La classifica dei 10 migliori panzerotti fritti del Salento

10 giugno 2014

Da Lecce in giù si chiamano calzoni. A Brindisi la fritta è femmina. Ai più sono noti come panzerotti, peccato di gola di quelli capitali come sempre quando c’è di mezzo la frittura, croce e delizia. il panzerotto fritto è uno dei peccati di gola più amati del salento Farina, lievito, sale e acqua, sono i quattro elementi dell’impasto, ripieno di mozzarella e pomodoro nella versione basic, soggetta a variazioni su tema a seconda della peculiare fantasia del friggitore. Nel Barese, per esempio, si imbottiscono anche di cime di rape, ma questa è un’altra storia, perchè la tradizione del panzerotto nel capoluogo pugliese e dintorni è argomento (e territorio) che meriterà trattazione a parte. In occasione delle vacanze abbiamo deciso di concentrarci sui 10 migliori panzerotti fritti del Salento, basso e alto, per quanto parziali e ingenerose per definizione possano essere le classifiche.

  1. Bar PaoloBar Paolo (corso Roma 35, Gallipoli): due le farine nell’impasto (quali? È il segreto dello chef), più strutto, zucchero, uova, sale e lievito. Fiordilatte e salsa di pomodoro nel ripieno. La ricetta è quella della famiglia Bello da circa cinquant’anni ed è un’altra cosa rispetto alla ricetta comune, ma il risultato vale l’assaggio.
  2. PizzamaniaPizzaMania (piazza Dante Alighieri 65, Galatina): il verde acido è il tono dominante del locale, l’atmosfera complessiva è da fast food, il grande banco-vetrina è apparecchiato per grandi numeri, ma la qualità del calzone vale l’attesa, da circa vent’anni.
  3. Pizzeria da Torino (corso Giuseppe Mazzini 65, Ostuni): il panzerotto di Torino, a un passo dalla piazza centrale di Ostuni, è tappa obbligata per la gourmanderie in cerca di emozioni forti, sulla lama del rasoio fra street e junk-food.
  4. La SirenaLa Sirena (via Fabio Filzi 19, Lecce): chiari, dorati, di taglia media e con perimetro pieno di bolle, garanzia di croccantezza. Attenzione però: da queste parti se ordinate un panzerotto vi verrà servita una crocchetta di patate; a ciascuno il suo glossario: chiedete un calzone fritto e vi sarà dato.
  5. Il Fornaretto (via Bell’Acqua 22, Manduria): croccante, chiaro, non un lenzuolo di pasta ma nemmeno piccolino alla barese. Il panzerotto de Il Fornaretto d’estate fa il bis: i patron aprono di fronte alle acque cristalline di San Pietro in Bevagna. In entrambe le location il ripieno varia a richiesta, nulla che superi il tradizionale mozzarella e pomodoro.
  6. Cafè dei NapoliCafè dei Napoli (piazza Municipio 8, Alliste) : il banco del Cafè dei Napoli, nel profondissimo sud Salento, è da impazzire e si finisce inchiodati al dubbio: dolce, salato o tutti e due? Di certo il panzerotto è fra di quelli che meritano: farina di semola, mozzarella, filetti di pomodoro pelato e croccantezza.
  7. Superbar Carriero (piazza Roma 9, Martina Franca): le ragioni per avventurarsi fino a qui sono più di una, a cominciare dalla splendida piazza oltre l’arco che introduce al centro storico. Un’altra buona ragione è questo panzerotto, dall’impasto un po’ più spesso del consueto e la fama meritata e storica.
  8. Tony's BarTony’s bar (via Petrarca 59, Speziale di Fasano – Brindisi): dorato e croccante, taglia media, con la tasca bollente che si forma quando è appena fritto. Un panzerotto di quelli per cui combattere fra la gola e l’istinto di conservazione: addentare o soffiare per non ustionarsi?
  9. La Torretta (via delle Torri, Grottaglie): mozzarella di Gioia del Colle, pomodoro pelato San Marzano e soprattutto crosta croccante e friabile come poche, fritto nell’olio di palma: a Grottaglie e dintorni si fa la fila per mangiare questo panzerotto.
  10. RomanelliRomanelli (via Santa Lucia 3, Brindisi): Sua maestà la fritta dal 1949. Quattro ingredienti e innumerevoli tentativi di imitazione falliti: farina doppio zero, un goccio di olio extravergine d’oliva, sale, acqua e un pizzico di zucchero nell’impasto. Mozzarella (giustamente non molto acquosa) e pomodoro varietà San Marzano prodotto e confezionato fra le province di Brindisi e Bari per il ripieno. Immergere nell’olio (di palma) bollente e il gioco è fatto. Il panzerotto di questa storica pizzeria brindisina merita l’attesa in fila degli avventori in via Santa Lucia, la viuzza alle spalle dello struscio cittadino. Vale il viaggio, si dice. E pure il bis.

Quali sono i vostri panzerotti fritti preferiti in Salento?

Clicca qui per visualizzare la mappa

 

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti